mi hanno scritto......

alcuni bene, altri molto bene, ed alcuni..... anche male

 

PREMESSA


....IL MIO STORIOLOGIA è un (modesto) DIARIO tutto personale...fatto a mie spese, redazionalmente carente (non ho il writer accanto come gli scrittori di fama) ma da un po' di tempo sempre meno imperfetto, grazie ai vari contributi degli stessi autorevoli lettori; perché questa Storia é a tavola sincronica, QUINDI potete intervenire (e moltissimi lo stanno facendo, compresi alcuni nomi prestigiosi) in ognuna delle attuali quasi 1 milione di pagine, per correggere oppure per dire la vostra riscrivendo un pezzo di storia contemporanea o più remota,

PERCHE' NON DIMENTICHIAMO, LA STORIA SIAMO TUTTI NOI !
LETTERATI E ILLETTERATI
INFATTI, LA FILOSOFIA DEL SITO E' "DALLA BASE PER LA BASE"
CON INTERNET (CHE HO INIZATO AGLI ALBORI ANNO 1994) SOLO OGGI POSSIBILE.

Mi sono reso conto in questi ultimi 10 anni, in questo esperimento, che la storia dell'uomo è in mano a molti (veri) appassionati di storia, le cui competenze sono spesso superiori a molti storici, come fatti riportati, come documentazioni -piaccia o non piaccia a qualcuno- oltre che come chiarezza; e aumentano in rete a vista d'occhio (e i naviganti lo sanno benissimo !!! )
Io possiedo 30.000 volumi (e grandi giornalisti lo sanno e moltissimi vengono a trovarmi - poi non vanno più via - HO PERFINO UNA STORIA DEL GIORNALISMO DI 7 GRANDI CORPOSI VOLUMI (con rarissime fac-simili di notiziari-giornali fin dal 1500) CHE LORO NON AVEVAMO MAI VISTO NE' SAPEVANO NEMMENO L'ESISTENZA) ma sono diventati un nulla rispetto a ciò che ricevo dai lettori (libri, giornali, documenti, da ogni parte del mondo, alcuni inediti, preziosi, introvabili fino al punto che perfino la biblioteca del Senato Italiano mi ha richiesto alcuni documenti apparsi su "Storiologia").

( Certo che se un "letterato" (l'Italia ne è colma) mi dava una mano il lavoro veniva meglio !!!!
spesso mi vergogno, nello scoprire che ogni giorno sono linkate oltre 200.000 pagine... fatte così.
Lo so da me che in alcuni testi lo stile lasci talvolta a desiderare, ma bisogna capirmi, la mia prosa è una mia forma mentale: inoltre se mi soffermassi a levigare e lucidare, mancherebbero all’appello svariate decine di migliaia di pagine... Quindi, piuttosto che criticare malevolmente, gli stilisti potrebbero “risistemare” certe mie prose concitate per poi ripropormele rivedute e “corrette” con calma (senza denaturarle), portando cosí un contributo alle mie fatiche. Ma non ci spero più di tanto, molti saccenti saputoni non si abbasserebbero mai al ruolo di umili "revisori" o correttori. Di "missionari" così fino ad oggi io non li ho ancora incontrati.
Uno si era offerto, ma quando ha saputo che doveva farlo gratis mi ha scritto "mi dispiace la cultura costa, a buon intenditor...".

Che occasione persa! Poteva essere letto da tutto il mondo !
Poi il resto veniva da se, con le milionate di visite.

Che ottusità, che poca lungimiranza ! "Storiologia" è nata 25 anni fa, fatta tutta da solo e tutta a mie spese; poi oltreoceano quando hanno visto che al mio sito i naviganti ci andavano dentro a milioni, gli è venuta l' "idea" ( nuova, sicuramente! E NEL 2000 hanno fatto Wikipedia.
Coraggio, d'ora in avanti leggerete la nostra storia fatta dagli americani!
E se c è qualcosa che non va, o vi hanno copiato intere pagine, scrivete e riceverete:
" ci teniamo a precisare che anche se ci occupiamo di Wikipedia non siamo responsabili dei suoi contenuti: da questo punto di vista può invece rivolgersi alla Wikimedia Foundation americana".
Ovviamente vi dovete munire di un avvocato, che mastichi inglese e iniziare a fare i primi passi, che si concludono in una beffa. In America ci sono altre leggi !

Così Wikipedia, ha creato un nutrito staff, una fondazione (Department of Agriculture and Consumer Services) e le donazioni dei lettori sono perfino deducibili dalle tasse.
Tanto di cappello per l'efficienza !!! Bravissimi !!!
Io purtroppo vivo in Italia !!! Nessuno mi ha mai donato un euro, anzi hanno solo reclamato che c è qualche accento fuor di posto, insultandomi pure.

E' UMILIANTE, MA DATO CHE SONO UN OTTIMISTA DI NATURA, TUTTAVIA DICO PARTECIPATE, CORREGGETEMI, O INSERITE UNA PAGINA - ESPRIMETEVI !
( con le Vs. idee, opinioni, studi, esperienze )
GIUDIZI, OPINIONI, FATTI, FONTI, STUDI, TESI, TEORIE, POSSONO ESSERE (e si accettano) DIVERSE, LIBERE, PLURALISTE ( fin che si può ).

Sono convinto (e molti me lo testimoniano) che le pagine non sono ispirate a nessun criterio ideologico, ma sono solo una espressione della mia personale passione civile; ma se nella vostra lettura così non fosse, senza criticare quelle che ci sono con dei pregiudizi, per partito preso, o attribuire irrazionali torti o ragioni, aggiungete quelle che secondo voi sono dei documenti storici inequivocabili, e pluralisticamente li accetto - pro e contro - perchè è giusto cercare innanzitutto di capire il dualismo della storia, oltre che la faziosità di chi spesso la scrive.

Non giudicate in fretta, con superficialità, ma leggete altre pagine. Che spesso sono della vs. stessa idea.
Quando parlo di vittime nelle grandi tragedie che hanno scosso l'Italia, l'Europa, il Mondo, non ho fatto nessuna distinzione tra morti di destra o sinistra, tra rossi o neri, tra cristiani o saraceni, tra neri o bianchi, ebrei o ugonotti, ma ho solo ricordato che sono stati uccisi degli "uomini" da altri "uomini", che a torto o ragione lottavano per degli ideali, che non erano nati con loro, ma inculcati dai "maestri di vita", dagli "educatori delle masse", dai tanti "vangeli" e "dottrine", dai contenuti astratti, demagogici, populistici, scritti dal "mandriano" di turno asceso al potere prima con le pietre, poi con il terrore dell'ira divina, poi con le armi sempre più perfezionate, infine con il denaro (oggi il terrore corre sull'equilibrio finanziario dei Paesi).

Purtroppo gli ideali (prendetene atto) hanno strane proprietà, di trasformarsi nel loro contrario; perchè sono contingenti, e tutti sono pericolosi, tutti sono dei veleni, ma temporaneamente (e la storia lo insegna) spesso le lotte più accanite purtroppo sono state indispensabili come rimedi. Tutti gli ideali sono rivoluzionari: vogliono abbattere un (soggettivo) pessimo passato ed aspirano (gli esclusi dal mondo opulento di pochi) a un futuro migliore lottando con i mezzi che hanno (alcuni hanno ancora le pietre altri la bomba atomica e guai se i primi tentano di farsene una per riequilibrare le forze). Tuttavia questi ideali, con a disposizione deboli mezzi, spesso si alternano con quelli che li hanno forti (vedi rivoluzioni e controrivoluzioni), e la lotta non ha mai avuto fine, né avà mai fine, pur gridando (il debole di turno) giustizia, libertà, uguaglianza (che non esisterà mai! C'è chi nasce con patrimoni (spesso estorti) messi insieme da oltre mille anni, e chi deve ai nastri di partenza iniziare la competizione - che spesso è impari, come risorse materiali, come istruzione di base, come armi a disposizione - per difendere quel poco che ha, o impegnarsi in una lotta altrettanto impari per conquistare quello che non ha e di cui ha bisogno - vedi i paesi cui hanno rapinato le materie prime che hanno sotto i propri piedi).

Nell'epoca della globalizzazione e dell'ecumenismo, delle New economy e delle genetiche, in cui è attesa da tempo una teoria del tutto, un'enciclopedia veramente esaustiva, una "Storiologia" che individui il divenire dei fatti come un qualcosa di inerente al movimento della totalità in atto e come un momento necessario del processo che la filosofia logica della storia può determinare, non è certamente una operazione superflua. E se, come nel Novecento (e non solo in questo) la storia dei fatti e delle nozioni è stata gradatamente surclassata dalla storia dei contenuti e delle interpretazioni, o certe cose decantate dalle (spesso sterili) interdisciplinarità, oggi, si sente l'esigenza di ripensare i contenuti sulla dinamica del processo cronologico; svincolato però dall'accademismo e dalle ideologie. Queste e quello, da Tacito in poi, sono sempre state legate al regime che li nutre. Ma è ben noto che il movimento della storia tende di più alla conservazione che alla rivoluzione, le spinte conservatrici sono sempre esistite, spesso vincono pure, ciononostante la storia si rinnova, perchè essa non è conservazione; altrimenti negheremmo l’evoluzione dell'uomo.

La formula qui seguita non si esaurisce in un semplice elenco di notizie o di date. L'interpretazione storiografica si esprime nella scelta abbastanza ragionata delle vicende da raccontare e delle notizie che raccontano le vicende in un grande ventaglio di vicende e in un grande insieme di notizie, che provengono dalla base, e non da un "esperto". Esperto di cosa? al massimo può aver letto nella sua vita, mille, al massino duemila volumi, spesso non quelli giusti, o averli letti al caldo di una soffice poltrona; e spesso "costoro sono nati e servono" (lo scriveva Erasmo da Rotterdam, e lo confermava Napoleone!) solo per mettere le pedentasche virgole o i puntini sulle " i " degli altri, e non per raccontare i fatti, la realtà della vita, nè la sua evoluzione: e se qualche volta questa si ferma e ritarda qualche minuto, statene certi le ore la Storia le batte tutte.

Questo mio modesto e imperfetto sito non ha le pretese di una storia universale, ma intende fornire solo un quadro (migliorabile) dell'evolversi della società, seguendo il criterio, che offrono con le vicende, i personaggi e anche piccoli fatti di costume, il senso di una stagione storica. Molti mi hanno scritto che finalmente hanno capito qualcosa. Non speravo tanto, nè mi aspettavo centinaia di milioni di pagine sfogliate in un anno, ultimamente circa 2-300.000 ogni giorno - e quasi 200 e-mail al giorno di lettori che vorrebbero sapere altre mille cose, e che putroppo non ho i tempi né i mezzi per poterli accontentare con una risposta. Ed è un peccato; mentre chi ha tempo e mezzi, li usa spesso - o gli danno i contributi - solo per scoprire tanta acqua calda oppure per riscaldare quella scoperta da altri.

Vada tuttavia un grazie a tutti coloro che mi stanno inviando preziosi e inediti documenti, che ormai non sono quintali ma tonnellate, di giornali, riviste, libri e alcuni perfino rari ( "Le mando questo prezioso libro del '600, sono sicuro che lei lo utilizzerà meglio di me" ha scritto un munifico lettore di Torino, che poi ha voluto ricevere anche il DVD del sito pagandolo).

POTETE CRITICARE QUESTO ESPERIMENTO. MA SONO SICURO CHE LA STORIA D'ORA IN AVANTI SI STUDIERA' E SARA' ESPOSTA CON QUESTO IDEALE METODO, DALLE STESSE ISTITUZIONI E DAGLI ADDETTI ( che chissà cosa pensano nel vedere milioni di visite al sito, oltre 2 MILIARDI da quando "Storiologia" è in rete) .
SE COSI' NON FOSSE, VUOL DIRE CHE NON HANNO CAPITO NULLA DELLA RETE. E NEMMENO HANNO CAPITO CHI SONO I NUOVI STUDENTI. UNA TESTIMONIANZA PREZIOSA MI VIENE DALLE MIGLIAIA DI E-MAIL CHE RICEVO DA ENTUSIASTICI LETTORI, DA MIGLIAIA DI SCUOLE, E NON ULTIMO DA CENTINAIA DI ATTENTI INSEGNANTI, DA INASCOLTATI STORICI, DA AUTOREVOLI FILOSOFI E IMPORTANTI POLITICI. MA SOPRATTUTTO DA GENTE COMUNE, CHE E' STANCA DI LEGGERE LA STORIA SCRITTA DA QUALCHE "STORICO"; CHE SPESSO NON E' "LA STORIA", MA LA "SUA" STORIA; E SPESSO SEMBRANO PIU' CATECHISMI CHE OPERE FONDATE SUL RIPENSAMENTO CRITICO DEI FATTI, TESTI CLONATI DA ALTRI TESTI A LORO VOLTA GIA' CLONI, E CHE NON SONO QUINDI "BIBBIE" (PERCHE' ANCHE DI QUESTE IO NE CONOSCO 164 VERSIONI DIVERSE). OPPURE SPESSO RIVOLGONO LA LORO OPERA AD ALTRI STORICI CHE GIA' SANNO, NON AI GIOVANI LETTORI AI QUALI APPARENTEMENTE SI RIVOLGONO.
ESISTONO DIVERSE STORIOGRAFIE E QUINDI DIFFERENTI interpretazioni DEI FATTI STORICI; NOI TUTTI SENZA PREGIUDIZI NON DOVREMMO MAI RINUNCIARE NE' ALLE UNE NE' ALLE ALTRE, IN CASO CONTRARIO NON POSSIAMO ANDARE IN GIRO A DIRE CHE SIAMO LIBERI, E CHE LA NOSTRA E' LA MIGLIORE DEMOCRAZIA. E QUESTA NON E' UNA interpretazione !

COLLABORATE! - IL SITO E LE SINGOLE PAGINE INSERITE, HANNO OTTENUTO CENTINAIA DI MILIONI DI VISITE DA 184 NAZIONI (oltre 2 miliardi da quando è nato) E NON AVENDO INSERITO NESSUNA PIN-UP, MA SOLO STORIA, SPESSO ANCHE CRUDA STORIA, PER ME E' UN GRANDE SODDISFAZIONE. SPERO ANCHE PER IL LETTORE.

 


Scrivete pure, ma cari ragazzi, calma! Non chiedetemi la Luna. Per questo c'è il ministero della Pubblica Istruzione, mentre io faccio tutto da solo e ho fatto finora tutto gratis, non ho mai preso 1 Euro da quelle centinaia di miliardi che distribuiscono che non so a cosa servono visto che alcune scuole di ogni grado fanno addirittura i loro siti prelevando i link da "Storiologia". Altre scuole mi hanno invece richiesto il DVD perchè utile, ma imbarazzati sul come fare (sappiamo quali procedure devono assolvere per fare l'acquisto di una semplice matita) per tagliare corto, i dischi li ho inviati GRATIS (nomi delle scuole in archivio).

SFOGLIATE OLTRE 300.000 PAGINE AL GIORNO, 2000 SCUOLE QUOTIDIANAMENTE SI COLLEGANO A """Storiologia""", ALTRE MIGLIAIA VI ENTRANO TRAMITE GOOGLE; 200 STUDENTI OGNI GIORNO, DALLE SCUOLE PRIMARIE ALLE UNIVERSITA', CON LE LORO E-MAIL MI CHIEDONO MILLE COSE.
Non parlo poi delle centinaia di e-mail di italiani all'estero, i milioni di oriundi sparsi per il mondo, che quando mi scrivono con la loro struggente nostalgia dell' Italia mi commuovono sempre.

A TUTTI IO NON RIESCO A RISPONDERE, ABBIATE PAZIENZA!
INOLTRE NON SOPRAVALUTATEMI, IO SONO SOLO UN MODESTO AMANTE DI STORIA
(così amante che ho racimolato 30.000 libri di storia - alcuni rarissimi)

Il sito tuttavia lo migliorerò,  ma CALMA!!! Ho già in cantiere altre 500.000 pagine, mie e di alcuni volenterosi collaboratori, "folletti" come lo sono io.

Io ho provato a scrivere al Ministero P.I. e a quello Culturale, non chiedevo nulla, speravo solo (visto che mi leggono da tutto il mondo - e sono sgomento di tanta responsabilità) che mi mettessero a disposizione qualche volenteroso vecchio professore in pensione per migliorare redazionalmente il sito oltre che l'"IDEA": ma non mi hanno nemmeno risposto.
Che 2000 scuole ogni giorno si collegano a """Storiologia""" a loro non importa proprio nulla,
che 300.000 ogni giorno la visitano da ogni parte del mondo, neppure. I naviganti invece ci sono sempre dentro (grazie anche ai 100.000 siti che hanno messo un link a """Storiologia""") e in aprile, mio malgrado (e con tante proteste) sono stato costretto ad eliminare il potente motore di ricerca inserito nel sito, perchè in aprile con la morte di Papa Wojtyla ci sono andati dentro al sito 15 milioni di visitatori, superando in visite perfino il sito della stessa Santa Sede.

(Un paradosso! Il Ministero della P.I. Australiano ha -così com'è- adottato ""Storiologia""  nelle scuole del Continente; ogni giorno dal lunedì al venerdì, presentano e commentano alla radio una pagina di ""Storiologia""; mentre il Brasile mi ha chiesto l'autorizzazione a tradurlo in portoghese per i 20 milioni di oriundi italiani in quel Paese viventi; e  ora anche in Giappone esiste la traduzione simultanea del sito di """Storiologia""" nella loro lingua- (vedi le e-mail sotto).
Mentre in Italia molti, moltissimi, fanno solo chiacchiere ma non fatti. Per fortuna non tutti. Alcuni, scrivendomi, collaborando, stanno migliorando e valorizzando il sito. Per fortuna che in Italia esistono anche questi professori. A cui va la mia stima. Hanno capito che non fanno una favore a me (
che se non mi leggono non me ne frega proprio nulla, nulla ci guadagno e quindi nulla perdo) ma ai lettori affamati di sapere.

E se nel sito ci sono andati dentro oltre 2 miliardi di naviganti, un motivo ci sarà pure no !?
Perchè dunque non migliorarlo con una "seria" istituzione ?
Spesso mi vergogno che così tanti lettori debbano sorbirsi tante mie carenze liguistiche e redazionali, tuttavia sono contento che molti apprezzano i contenuti piuttosto che la mia pessima prescrittiva sintassi. Io del resto non ho il writer accanto. Inoltre non ho fatto neppure le scuole perché c'era nella mia adolescenza e nella mia fanciullezza la GUERRA. E quando è finita a 13 anni ero già lavorare. (un lavoro che mi è servito molto, il "lagatore di libri"; cosi mi sono capitati nelle mani tutto lo scibile umano.
Era nato STORIOLOGIA tutto per hobby e "purtroppo" mi ritrovo con oltre 2 miliardi di lettori, ne sono perfino sgomento. Alcuni professori si sono sì offerti di migliorare gli scritti, ma quando hanno sentito che era tutto gratis, non li ho più sentiti, salvo uno (borioso) che mi ha risposto "mi dispiace ma la cultura costa! a buon intenditor...."
!

Miei cari "boriosi" (come quello di sopra) potete andare in pensione, non servite più a nulla! La rete vi rende semplicemente inutili. Fra poco scuole e università ( così diplomi e lauree) saranno massicciamente presenti e rilasciati in rete. (alcuni pofessori fanno già la fila per entrarci - pur mantenendosi strette le normali cattedre - magari (e già ci sono casi simili) con un solo studente ad ascoltarli).

Ma che dico ! Quelli che si riuniscono, cosa fanno? Fanno i siti prendendo a piene mani pagine e pagine di ""Storiologia"" a sbafo del sottoscritto (perfino un liceo !! - E anche un tale che ha copiato quasi la metà dell'intero mio sito

Io purtroppo vivo in Italia !!! Nessuno mi ha mai donato un euro, anzi hanno solo reclamato che c è qualche accento fuor di posto, insultandomi pure.

Ciononostante , "Storiologia" è oggi linkabile su Google in oltre 100.000 siti in ogni parte del mondo.

Le milionate di visite da tutto il mondo, oltre 2 miliardi di visite fino ad oggi)
sono invece certificate qui

http://www.storiologia.it/statisticavisite.htm

le e-mail degli amici e dei nemici di "Storiologia"

* * LA PIU' RECENTE E LA PIU' GRATIFICANTE FINORA RICEVUTA:
* * Incommensurabile Franco, Non sono molto bravo a fare complimenti, ti risparmio quindi un panegirico monotono quanto meritato. Ci tengo però a farti sapere una cosa: Sono un educatore (termine che a dire il vero non apprezzo più di tanto) in un centro frequentato da adolescenti di un quartiere disastrato della mia città (Napoli). Volevo solo dirti che per me e per i ragazzi non è mai stato così facile ed entusiasmante parlare del mondo che ci circonda e della nostra storia da quando mostro loro le pagine di "Storiologia". Tutto qui. Oggi stesso andrò a versarti il vaglia per due cd. Uno è per "uso personale" , l'altro per un ragazzo (Davide) che è riuscito a non farsi ingoiare dalla strada e che ora ha deciso di iscriversi alla facoltà di Filosofia. Credo che gran parte del merito sia tua. Grazie per la passione con cui porti avanti il tuo lavoro. Non hai idea di quanto mi sia di aiuto. Ciao!
(e-mail in archivio).
( GRAZIE. - I DUE CD LI INVIERO' GRATIS. CARISSIMO NON SEI SOLO UN EDUCATORE SEI UN "MAESTRO", AVERLO AVUTO IO ! OGGI SCRIVEREI MEGLIO - QUANTO A DAVIDE, BRAVO DAVIDE !!!

* * * Salve, sono una non vedente del Gruppo non vedenti di Milano; di complimenti ne avrete ricevuti tanti, ma quelli "veri", fatti da ogni punto di vista, completezza d'informazioni, sito perfettamente accessibile, facilità di ricerca, vi arrivano dai noi non vedenti, perchè nonostante l'handicap visivo si riesce perfettamente ad accedere (con una speciale macchinetta) nel suo sito ad ogni specifica informazione. Grazie, Grazie, Grazie e buon lavoro. Raffaella. (e-mail in archivio).
QUESTO MI FA VERAMENTE FELICE !! E SONO MOLTI I NON VEDENTI CHE MI HANNO SCRITTO. "FINALMENTE - dicono - DENTRO UNA PAGINA C'E' SOLO TESTO E NON MILLE ALTRE COSE, BANNER, PUBBLICITA', FRAME, COSE "CHE NON C'ENTRANO NULLA CON IL TESTO E SPESSO LA NOSTRA "MACCHINETTA" ANNASPA IN MEZZO A MILLE COSE, ED E' UNA FATICA BESTIALE LEGGERE"
.

* * Egregio Sig. Gonzato, Leggo dall'estero le pagine di "Storiologia" con una voracitá e un interesse sconcertanti. Benchè abbia da poco iniziato a leggerla (ho scoperto casualmente il sito) tiro spesso fino all'alba - oppure dopo avermeli stampati - mi sposto con i plichi sotto il braccio in ogni luogo, pur di non rimandare una sola puntata.
Racconta le cose e gli accadimenti in modo molto interessante, oserei dire disinteressato nel senso che, imbattendomi nelle sue pagine, mi stupisce che dietro un lavoro così avvincente non ci sia uno sponsor o una regia di stampo commerciale. Evidentemente esiste ancora qualcuno che si prodiga mosso da autentica passione e non dal dio denaro.
Non sono uno storico e non posso spingermi oltre nel giudizio. Ma se dalle stanze del palazzo nessuno pare prenderla in considerazione, io non ne farei un dramma. Ha comunque la grossa soddisfazione di dare a noi lettori (le cifre sono tutte dalla sua parte!) una versione della storia recente del paese che le istituzioni difficilmente avallerebbero (lei stesso molte cose non le dice ma lascia molto spazio alla nostra immaginazione). In questo senso la sua opera di ricostruzione acquisisce un valore aggiunto in quanto è unica nel suo genere e importante per chi come noi al di qua delle linee pulsanti del potere si accontenta di una manciata di verità.
Per questo (qui credo di parlare a nome di tutti i suoi lettori), le siamo molto riconoscenti.
Con assoluta stima. F.T. (-mail in archivio).

* * Egr. Sig. Gonzato, Le rinnovo i miei complimenti per il CD-ROM di "Storiologia" che è una cosa fantastica. Sono così contenta, che mi trovo come una bimba piccola che ha appena ricevuto un grande regalo. Il CD mi è arrivato con un tempismo eccezionale. Grazie mille. Buona continuazione e un caro saluto da T. A. (e-mail in archivio).

* * Egr. sig. Franco, Non mi dilungherò nei complimenti, perchè credo che la massima espressione di stima nei suoi confronti sia comprare il dvd (anche se avrei potuto comodomente continuarlo a consultarlo online)
e contribuire attivamente affinchè tale sito resti gratis per il sapere generale. Un cordialissimo saluto C.D.L. (e-mail in archivio).


* * * Che sito!!! Una dovizia di particolari che esubera qualunque banale enciclopedia! Complimenti Franco !!!
F. G. (e-mail in archivio).

* * Grazie per quello che fa. Tanti complimenti per lo splendido sito: resto incantata a ore a leggerlo, e pensare che a scuola odiavo la storia !!! F.F (e-mail in archivio).

* * MARCELLA M. (del CNR) . - Io credo che Lei ci stia prendendo in giro tutti. Quella falsa modestia di dichiararsi naif, quella noncuranza nei testi, con strafalcioni in quantità, grammaticalmente scorretti;  mi sa tanto che lei si stia divertendo. Non credo proprio -sapendolo un ventennale esperto d'informatica- che lei non abbia nel suo computer un correttore di ortografia e di grammatica, né credo che in così tanto sapere (e questo straordinariamente emerge, perchè io stessa dalle sue pagine ho appreso molte cose)  non sia capace di fare delle pagine redazionalmente migliori. Lei è un provocatore, Lei sta prendendo in giro una moltitudine di accademici, di pedagogisti e di storici. Comunque sia, sinceramente non posso fare a meno di invidiare il suo coraggio, tanti di noi non se lo possono permettere di fare un sito così, salvo rimetterci il posto o la (solo apparente) reputazione. Ripeto sono veramente colpita dalla Sua modestia: io credo che Lei sia un dilettante solo formalmente, che Lei sia cioè un uomo che si diletta in quello che fa, ma che per il resto è sostanzialmente un vero professionista, una persona che prende le cose in maniera estremamente determinata: che è senz'altro la cosa più positiva, poiché solo la passione da diritto di cittadinanza nel regno dell'impegno sociale. Nel Suo caso poi, la passione non è, da quello che mi pare, al servizio di una contingenza, di una mera immediatezza esistenziale, ma ha a che fare con ideali: e solo questi, nella misura in cui sono realmente universali tanto quanto orientati a riguardare la vita anche immediata e per il suo rispetto, la legittimano rendendola vera. Questo significa -e mi fa rabbia-  nonostante tutto, che Lei ha tutta la mia più incondizionata ammirazione. Lei ha fatto una cosa unica che da oggi tutti dovranno imitare, perfino dentro la macchina organizzativa della didattica, e non solo in questa. Quindi le dico solo una cosa: vada avanti e seguiti pure a fare il naif;  non mi meraviglierei se Lei un giorno si firmerà e magari metterà una sua foto vestito da pecoraio. Sarebbe per tanti (boriosi) un bello "schiaffo"!  I miei più cordiali saluti. Marcella. (e-mail in archivio).
Grazie! MI HA DATO UNA BELLA IDEA - ECCO LA FOTO !

* * Sig. Franco, i complimenti da lei ricevuti sono talmente tanti e vari che non posso fare altro che condividerli tutti, senza riuscire ad esprimerne uno tutto mio. Condivido in particolare il messaggio della persona che non crede affatto che lei sia uno sprovveduto in fatto di scrittura: le ragioni delle imperfezioni sono ovvie anche ad un bambino. E poi -mi scuserà se oso troppo- credo che lei la sappia molto lunga sulle vicende recenti del nostro Paese in considerazione del mestiere che ha fatto. Ci dica chi è veramente! Chi come lei ha letto cosi tanti libri non può non aver chiare le regole sintattiche e grammaticali. Credo che il numero di volumi letti da un laureato, e probabilmente anche da un emerito professore, neanche si avvicini a quello da lei consultati (non parliamo poi di quelli che possiede). Ciò che lei sta facendo non è solo un semplice sito di storia, lei è protagonista di una vera e propria rivoluzione della nostra era, silenziosa ma forse la più importante della storia, forse nemmeno i bolscevichi speravano in tanto: le operazioni come la sua sono i primi passi verso la democrazia vera del pensiero, l'inizio di un cammino verso quel mondo ideale dove il valore non è ufficializzato, meritatamente o meno, da un pezzo di carta o da una trasmissione televisiva, ma dalla sostanza. Lei con la sua opera fa vaccillare il concetto di ufficializzazione, e non si deve meravigliare se le istituzioni non la prendono in considerazione: conosce sicuramente gli intrighi tra i baroni dell'università per strappare un grammo in più di prestigio. Dalla politica nemmeno si aspetti niente se non fa mai capire se è di destra o di sinistra. Pertanto chiarito che non c'è gloria in patria, i riconoscimenti possono arrivare solo dalla gente comune-che non è un termine riduttivo-, da istituzioni di altri paesi o dai pochi organi di informazione illuminati. La diffusione via internet è la rivoluzione che nessuno può fermare, che si diffonda anche la spazzatura non è un problema: i navigatori hanno capacità di discernimento a differenza degli ipnotizzati televisivi, ed il suo caso (465 milioni di visite) lo dimostra.
La sua poliedricità mi è particolarmente cara, perchè in piccolo mi sento anche io come lei, e mi ero sempre rimproverato di essere dispersivo ed inconcludente, ma la sua storia personale mi ha dato coraggio, dimostrandomi che c'è sempre tempo per ricominciare e percorrere strade nuove anche raggiungendo l'eccellenza. Una laurea honoris causa in storia per lei, sarebbe un atto dovuto.
Scusandomi per le farneticazioni le rinnovo i complimenti e la saluto caramente
G. D.
(e-mail in archivio).

* * Caro Franco, sono un tuo fedele estimatore sin dai tempi del liceo, ora che sono all'Università ritengo il Tuo (consentimi il tu) sito sia uno dei migliori ausili che io abbia mai avuto. Ora è giunto il momento di farmi questo regalo dunque attenditi per i prossimi giorni un vaglia a mio nome con la cifra richiesta per avere tutto il sito su CD. Con affetto. C.O.(e-mail in archivio).

* * Ciao franco, innanzitutto complimenti per l’opera davvero mastodontica ed interessantissima oltre che esauriente. Meglio questo CD che tutta la Treccani. In questa devi cercare, mentre nel tuo sito sei tu che cerchi noi, ci catturi ora con questa ora con quella pagina. Ci si va dentro per una cosa, e ce ne fai scoprire cento altre. Ogni sera faccio mattina, non finisci mai di stupirmi. Volevo ringraziarti in modo particolare di aver riscritto il Memoriale di Napoleone, perché lui è il mio eroe preferito! Sto compilando in questo momento l’assegno per il CD della "Storiologia" e per il memoriale. Volevo chiederti, visto che i CD sono firmati, di intestare quello della "Storiologia" a S.... .....e A..... .... mentre quello del Memoriale a me stesso, M..... L'idea della personalizzazione è un valore aggiunto molto simpatico. ....Grazie ancora, aspetto i cd con ansia. (e-mail in archivio).

* * Saro' breve Complimenti, sono le persone come te che riescono a farmi pensare che questo vecchio Mondo abbia qualche possibilita' di ospitare la specie umana nei secoli a venire. Grazie per il Tuo Enorme lavoro.(e-mail in archivio).

* * Sbalorditivo. Sono commosso nel contemplare l'opera a cui Lei si è dedicato. Non posso farle dei semplici complimenti, perché sarebbero penosamente inadeguati a rappresentare la mia sorpresa e il mio stato d'animo nell'aver conosciuto ""Storiologia"". Perciò: grazie, solamente, ma di tutto cuore.(e-mail in archivio).

* * Gentile Gonzato, Penso sia inutile o meglio pleonastico aggiungere i miei elogi per l'opera meritoria che sta svolgendo con tanta dedizione. Da parte mia le dico soltanto che grazie a Lei una materia da me poco considerata negli ormai lontani anni della scuola, avendo una spiccata predilezione per le materie scientifiche, è tornata ad entusiasmarmi. Mi unisco pertanto con estremo piacere a tutti coloro, e so che sono innumerevoli, che le hanno fornito la testimonianza entusiastica e anche perchè il suo sito, e non è poco, conserva ancora lo spirito di disinteresse e di scambio di conoscenza con cui è nata la Rete, e che sto vedendo purtroppo scemare col passare degli anni. Grazie ancora per tutto ciò che fa. Un cordiale saluto (e-mail in archivio).

* * Gentilissimo Sig. Franco, la seguo gia' da alcuni anni e ho letto molto del suo lavoro svolto qui in rete. E' un'opera stupenda la sua e so a quanti problemi e difficoltà è andato incontro. Ricordo anche quel tizio che qualche anno fa cercava di sminuire il suo operato affermando che alcune date non erano precise o roba del genere. Continui così Signor Franco. La conoscono già in molte parti del mondo e questo suo contributo serve ai figli dei nostri emigranti a far capire che l'Italia non è solo il paese di Giulio Cesare di Leonardo o di Galilei ma che anche oggi ci sono persone come lei che portano alto il nome del nostro paese con il propio operato.
La ringrazio per ciò che ha saputo dare a molti e colgo l'occasione per farle i miei migliori Auguri anche per un Buon Natale ed un felice Anno Nuovo e che sia prolifico come i precedenti. La saluto cordialmente S. F. (e-mail in archivio).

* * Gentilissimo e stupendo Signor Franco Gonzato, Abito a Sydney in Australia. Ho scoperto il sito ""Storiologia"" ascoltando l'emissione radio Italiana d'Australia, che dal lunedì al venerdì trasmettono le pagine del suo sito, che è una meraviglia e la sua dedizione è altamente meritoria considerato pure il caso che altri enciclopedisti italiani imprigionano le loro informazioni dietro grate finanziarie e sottoscrizioni costose. Termino augurando a lei e a tutti i suoi collaboratori un Felice Natale ed un prospero Anno Nuovo.(e-mail in archivio).

* * Scoprii il tuo sito mentre prestavo servizio a Kabul e nelle lunghe notti di viglianza mi connettevo a internet. Così - pensa un po' in Afganistan - ho scoperto ""Storiologia"". Bellissimo, ciò che rende speciale il tuo sito è l'originalità degli argomenti e non ti nego che mi hai dato anche una bella mano nella preparazione delle tesi...tra un po' quando rientro in Italia, se va bene e trovo il tempo mi laureo in una branca di scienze politiche. Ancora grazie di tutto e sempre FOLGORE ! Spero che fra un po' si possa trovare in "Storiologia" un po' di informazioni sui paracadutisti esercito marina e carabinieri. Ti mando un grande saluto da Abdijan (Africa). Ora sono qui, altro posto "caldo". (e-mail in archivio).

* * Lei è una delle persone che porto ad esempio quando parlo della "bellezza e della bontà" dell'essere umano.
Sono le persone come Lei che attraverso la passione che mettono nel fare le cose che fanno, che spingono gli altri a impegnarsi col medesimo entusiasmo. E' grazie alle persone come Lei, come i ricercatori che studiano il dna o la cura contro il cancro, o quelli che studiano le particelle sub-luminari, o grazie ai missionari, ai volontari, agli storici, gli archivisti e a tutti coloro che si impegnano nel dare qualcosa agli altri, che il genere umano va avanti imparando da se stesso e ha fiducia nel futuro. Un grazie di cuore. L.S. (e-mail in archivio).
(TROPPO BUONO !! DIREI ESAGERATO - QUANTO AI RICERCATORI MISSIONARI (A POCO PIU' DI MILLE EURO AL MESE COME STIPENDIO) HAI RAGIONE E CHISSA' CON QUANTA AMAREZZA VEDONO IN OGNI ANGOLO DELLA PROPRIA CITTA' PACCHI DI GIORNALI DISTRIBUITI GRATUITAMENTE MA CHE SI STAMPANO CON I FINANZIAMENTI DELLO STATO, PERMETTENDO COSI' ALTE TIRATURE E RICAVANDOCI I PROPRI DIRETTORI STIPENDI DA 10-15.000 EURO. CHE VERGOGNA NAZIONALE !!!


* * Veramente..non ho parole! Non so come ho fatto a non accorgermi che in rete c'era una miniera del genere (tenendo conto anche del fatto che sono vicentino come Lei..)! Volevo ringraziarla per l'opera che sta portando avanti, perchè da sempre sono un amante della storia (mi ha sempre colpito la frase della mia prof.ssa di Storia e Latino: "vero è che la Storia è maestra di vita, ma ha pochissimi alunni"); perchè credo che chi occupa il proprio tempo a fare qualcosa di utile per tutti, quando potrebbe starsene benissimo tra i suoi libri a godere le propria cultura personale, merita tutta la stima possibile; perchè Lei fa tutto questo per passione (lo si percepisce da tutto l'insieme della sua opera), senza pompare la propria autostima fino a farla scoppiare (e questo mi creda è di enorme stimolo per un giovane laureando di 23 anni)...per tutto questo grazie: si merita il mio e anche quello di tutti quelli che accedono al suo sito! - T.M. (e-mail in archivio).


* * * Sono un appassionato cultore di tutto lo scibile umano possibile immaginabile, ma in particolar modo adoratore della storiografia. Ho scoperto per puro caso il tuo sito e dire che lo ritengo superbo è troppo poco. Se poi pensiamo che lo hai fatto da solo, gratis e che al tuo sito sono collegati altri siti che ci presentano la storia della civiltà europea non posso che inginocchiarmi di fronte a tanta grandezza con la G maiuscola. Nel Paese del Grande Fratello e delle 1234 partite di calcio al giorno tu meriteresti un monumento al valore e un vitalizio di 50.000 euro annuali. A parte i complimenti mi piacerebbe che si facesse una "Storiologia" di tutte le civiltà extraeuropee che sono arrivate vive e vegete fino ai giorni nostri. Magari raduni qualche altro professore o semplice cultore della storia, magari ti do una mano io.
(e-mail in archivio).
La tua mano l'accetto ma non sperare ai "raduni", nessun professore si abbassa al ruolo di umile revisore (anche se questa è una onorevole professione) nel lavoro di un altro; se poi è "Storiologia", ancora meno. Alcuni (ma non i loro studenti) la odiano! Forse perchè hanno invidia che ho 300.000 visite al giorno. Che di sicuro non è colpa mia, sono loro a doversi interrogare di come spiegano la storia. VEDI SOTTO.

i cattivi !! ma incoerenti

* * Gent.mo sig. Franco, frequento il suo sito da almeno tre anni e devo dire che ho trovato moltissimi dettagli, su tanti argomenti, che hanno alleggerito non poco le lezioni di storia che tengo per conto del Ministero della Pubblica Istruzione. Il suo sito è meritevole di grande attenzione e sono la prima ad attingere dettagli ed informazioni dall'enorme mole di dati che vi trovo all'interno, al punto che mi sono permessa di segnalarlo ovunque io abbia parlato di storia. Non ho nessun problema ad ammettere che ci sono infiniti dettagli storici che non conosco. Sono un'insegnante di italiano e storia che lavora in una scuola pubblica. Oggi, per la prima volta, ho letto qualcosa circa le critiche che le vengono mosse, gli elogi che le vengono fatti e il suo disappunto per non essere stato preso in considerazione dalla Amministrazione a cui appartengo.
Senza presunzione di oggettività, credo di capire perchè le sue pagine non hanno avuto l'attenzione che lei si aspettava. La scuola pubblica ha il dovere di "formare" gli studenti oltre che "istruirli". Il materiale da Lei pubblicato è ricchissimo di particolari, ma imprecise. Anche se queste circostanze si verificano con frequenza saltuaria, non è possibile consigliare agli studenti uno strumento didattico qualche volta imperfetto.
Inoltre ci sono interi capitoli assolutamente sgrammaticati: la sintassi appare scardinata nel profondo e considerato il fatto che ad insegnare storia sono gli insegnanti di italiano, la conseguenza è prevedibile.
Forse è diverso per gli stranieri che non hanno ben chira la differenza fra un congiuntivo ed un indicativo; ma noi non possiamo passare la nostra vita ad insegnare la correttezza della lingua e poi utilizzare uno strumento come il suo. Lo sforzo che Lei ha fatto per raccogliere tutto questo materiale è lodevole ed encomiabile. Non me ne voglia per quanto Le scrivo. Lo faccio solo per spiegarle il motivo per cui i docenti non possono considerare "Storiologia" un sito didattico. Le critiche non valgono per l'intero sito: solo per una parte. Le faccio comunque i miei complimenti per l'opera colossale che ha messo sul web, e le assicuro che continuerò ad attingere informazioni seppur decantandole dai fronzoli incerti e correggendo sintassi e grammatica; nel contempo continuerò a proibire ai miei alunni la frequentazione del sito.
Cordiali saluti e buon lavoro. (e-mail in archivio).
DA NOTARE CHE CHI MI HA SCRITTO CURA IN RETE UN SITO DI STORIA, DOVE HA INSERITO CIRCA 30 INTEGRALI LINK DI ""Storiologia"" SU ARGOMENTI VARI (BELLA FATICA CHE HA FATTO!!!!). PROIBISCE AGLI ALUNNI IL MIO SITO MA POI METTE DENTRO NEL SUO SITO INTEGRALMENTE LE MIE PAGINE. CHE COERENZA ! INOLTRE LA SCUOLA PUBBLICA A ME NON MI HA PROPRIO FORMATO, HO FATTO UNA SPECIE DI SCUOLE ELEMENTARI DURANTE LA GUERRA, E A 12 ANNI SONO STATO COSTRETTO ANDARE A LAVORARE PER CAMPARE. ANCHE SE POI SONO DIVENTATO UN BUON ELEMENTO NEI REPARTI SPECIALI DELL'ESERCITO, POI ISPETTORE PER TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO DI UNA GRANDE MULTINAZIONALE, MANAGER DI UNA IMPORTANTE AZIENDA PUBBLICA, E INFINE MANAGER DI ME STESSO, INTRODUCENDO (PRIMO A VENDERLI IN ITALIA - 6000) NEL 1980 I COMPUTER. ALLORA ERANO TUTTI A DIGIUNO DI PROGRAMMAZIONE, E DATO CHE TUTTI SI PARTIVA DA ZERO, COSI' MI SONO AMPIAMENTE RIFATTO, HO REALIZZATO PROGRAMMI DI OGNI GENERE, PUBBLICATO RIVISTE DEL SETTORE E HO MOLTO SPESSO INSEGNATO AI PROFESSORONI. DI COMPUTER NE HO UTILIZZATI FINO AD OGGI 62 (CHE POSSIEDO TUTTI) E IN QUANTO A LINGUAGGI NE CONOSCO 165 E CON QUESTI SONO SICURO DI NON SBAGLIARE MAI NEMMENO UNA VIRGOLA O DI OMETTERE UNO
SPAZIO (ALTRIMENTI NON FUNZIONA NULLA). IN PIU' HO "INSEGNATO" AI MIEI FIGLI QUALCOSA, FORSE ANCHE I CONGIUNTIVI SBAGLIATI, MA COME PROGRAMMATORI OGGI SONO RICHIESTISSIMI DA GRANDE INDUSTRIE, BANCHE, LE PIU' GRANDI AZIENDE DI TELECOMUNICAZIONI NAZIONALI E INTERNAZIONALI. - L'ULTIMA SODDISFAZIONE ME L'HA DATA PERO' LEI PROFESSORESSA QUANDO SCRIVE CHE IL MIO SITO HA "alleggerito non poco le lezioni di storia che tengo per conto del Ministero della Pubblica Istruzione" . (A MIE SPESE !!! MA BRAVI VOI DEL MINISTERO DELLA P.I. - TUTTO A SBAFO !

il commento di un lettore alla lettera sopra

Egregio Franco, mi meraviglio delle critiche che ti fanno, non solo offri un servizio gratuito, ma si permettono pure di criticare....Io al posto tuo non li farei entrare..!!!
SE dai uno sguardo a questo link, vedrai che il sito "Storiologia" e' linkato da oltre 100.000 siti tra privati, società, e istituzion , vedi su Google. Ti posso garantire che sei il nostro punto di riferimento e di studio ( non parlo solo a nome mio, ma degli oltre 1 milione di studenti che ogni anno affrontano le medie, le superiori e le università.) SE ti fai un giro, capirai che non esiste ragazzo che non abbia visitato almeno 10 volte durante l'anno scolastico il tuo sito. Questo in risposta alla professoressa che proibisce ai suoi alunni di frequentare "Storiologia": cara professoressa di storia e italiano, lei ci sconsiglia di visionare "Storiologia" per le sue "imperfezioni" quando nei romanzi che ci fate studiare e nei libri che ci fate leggere l'uso della forma grammaticale e' impropria.....?????????!!!!!
...Sei un grande..Sei la Nostra medicina alla storia..e alla letteratura. Grazie per tutto questo. Angelo
(e-mail in archivio)

* * Buongiorno! Sono un ricercatore in fisica presso il centro di ricerca dell'ENEA di Frascati. Mi son imbattuta nel vostro sito attraverso l'articolo sulla visione di Einstein a proposito di teorie di principi e teorie costruttive, che ho trovato navigando. E' un lavoro molto interessante. Rispondendo al vostro invito, vi invio i miei saluti e il mio "Grazie!". Inoltre, visto che la prossima settimana farò una lezione sulla relatività di Einstein presso i Laboratori del Gran Sasso, nei riferimenti bibliografici del documento che ho preparato per l'occasione ho ovviamente inserito l'articolo indicando il vostro sito come relativo recipiente. Ancora grazie e buon lavoro. (e-mail in archivio) -
CHE DIFFERENZA CON LA E-MAIL PRECEDENTE DELLA PROFESSORESSA!!!

un altro

* * ciao Franco, Volevo dirti che ho letto le pagine dove racconti la storia del tuo lavoro, e del commento che ti fanno alcuni "saccenti". Costoro mi fanno proprio ridere. Il tuo lavoro ha un enorme valore di consultazione, se qualche virgola non è perfetta (io per la verità non ho mai trovato errori, ma magari non sono un maniacale purista) non mi pare un grosso problema, in confronto alla quantità di dati che si possono trovare. Gratis e velocemente. Ne parlavo con degli amici, quello che fai, con "Storiologia" non ha uguali. Nessuno ha mai fatto cose del genere, tu poi sei un pioniere...Il sapere è un bene che deve essere condiviso, se no internet che ci sta a fare?Hai fatto molto bene a mettere le email che ti mandano i tuoi lettori, credo che tu abbia davvero il merito di far appassionare alla storia tanti giovani che passano da te durante la scuola. Coraggio, la strada è lunga, ma noi, caro Franco, abbiamo ragione. (e-mail in archivio)

un altro

* * Chi sono non ha nessuna importanza. Conta darle atto dell'entusiasmo, dell'impegno e della dedizione con cui mette a disposizione degli altri le sue incredibili capacità organizzative, le sue capacità di sintesi e la sua cultura. - Solo uomini modesti e, proprio per questo, invidiosi del suo successo possono permettersi una qualche critica del suo lavoro. - Abbia tutta la stima e i più sentiti complimenti di chi al suo sito accede spesso per rapide consultazioni. - Grazie. Cordiali saluti, Mario (e-mail in archivio)

un altro

** AUSTRALIA - Dear Sir/Madam. I am writing to you concerning the Italian Secondary Access to Languages (SALS) Project of the Victorian Department of Education, Australia,   which provides resource materials for Italian to senior secondary students. SALS programs provide VCE students of Italian with access to authentic linguistic and cultural content. In this context, the Department of Education is seeking copyright permission to reproduce "Storiologia". The information would be used in conjunction with written resource material and would complement the linguistic and cultural content of the units of work. If you have any enquiries about the SALS Project or the use of your materials please do not hesitate to contact Ms Fel Bisiani, Senior Projects Leader, PALS and SALS.
Write: astrid.pigo@dse.vic.gov.au  (e-mail in archivio) (VEDI SOTTO)

** AUSTRALIA  - Le invio una spiegazione in italiano del lavoro che svolgo presso Ministero della Pubblica Istruzione in Victoria, Australia, e le ragioni per cui vorremmo utilizzare le pagine del suo Web Site. Nell'ambito delle numerose attività che questo Ministero attiva nel piano definito "LOTE (Languages Other Than English) a favore dell’insegnamento, abbiamo intenzione di  impiegare il suo Web Site per uso didattico. Nel chiedere il permesso sul copy right per utilizzare le pagine di "Storiologia" , diamo assicurazione che il nome del suo Web Site verrà sempre citato in ogni circostanza. Attendiamo urgentemente una sua gentile risposta. Cordiali saluti, Astrid Pigo. Scrivere, astrid.pigo@dse.vic.gov.au  (il copy è stato ceduto gratis per tutta l'Australia. Franco)
(GRAZIE PER L'ONORE. E HO CONCESSO ALL'INTERA AUSTRALIA IL "COPY" GRATIS)

un altro

* * Voglio dargli la sensazione che a scriverle è un'amica, quindi se non le dispiace le darò del tu. Ho letto parte delle critiche mosse al sito per le codiddette "sgrammaticature", e volevo dirti cosa ne penso io, per quello che può valere ovviamente. Ma credo di avere un po' di esperienza nelle ricerche storiche su internet. Ora nella maggior parte dei casi trovi la storia così come è accaduta, leggi pagine e pagine. piccoli trafiletti, date, date e date (come in uso nelle scuole), scritti da professori ma mai ho trovato quello che ho trovato nelle tue pagine, sto parlando di sentire la persona dietro le parole. Mi spiego meglio. I Professoroni badano più a manifestare la propria eloquenza piuttosto che farti pervenire il contenuto (Una volta si diceva "ma parli come mangi"). Quella capacità che hai di riprendere l'argomento senza essere ripetitivo, mi da la sensazione di ascoltarti piuttosto che leggerti, perchè ti assicuri che il tuo lettore capisca ciò che vuoi fargli arrivare, trovo che sia una grandissima dote, non data dalla cultura in se stessa ma dall'attenzione che probabilmente hai sempre rivolto al genere umano....
Quello che trovo grandioso è il fatto che leggendo mi pongo delle domande a cui puntualmente trovo risposta nelle righe successive e alla fine per quanto io non conoscessi quell'argomento arrivo alla fine della lettura che ho capito, e questo spesso non accade con i Professoroni, che badano a quanto ho già detto sopra: alla loro eloquenza.
La sgrammaticatura poi sono a mio parere più che una pecca un tocco di umanità e rendono quelle pagine come concrete, non so se riesco a renderti l'idea, sembra un dialogo con una persona vera, una persona che in quelle pagine ha messo così tanta passione da superare le barriere del lessico, nelle tue pagine si è oltre alla banalità della forma, e si respira l'aria dell'entusiasmo e della voglia di cogliere chiunque e ovunque e trascinarlo con te nel magico mondo della conoscenza.
Avanti così ! e se ti leggono a milioni, significa che è così. Mi dispiace solo che molti Professoroni e istituzioni - ignorandoti, lasciandoti solo - non abbiamo colto le opportunità che offrivi. Ma sicuramente hanno perso loro per farsi conoscere, e non te. Quando parlo con amici di "Storiologia", scopro che lo conoscono un po' tutti., (e-mail in archivio).

* * Caro Franco Gonzato, complimenti per il tuo splendido lavoro. E non badare più di tanto alle critiche sui suoi piccoli problemi linguistici: io (come quella che ti ha scritto) sono un anziano professore di italiano e storia (insegno nel biennio di un liceo scientifico) e sento e leggo colleghi laureati in confronto ai quali tu sembri il Manzoni.
Io insegno cercando di interessare i ragazzi alla storia e svario dai metodi più tradizionali all'informatica e agli audiovisivi. Ultimamente ho deciso di eliminare i noiosissimi libri di testo ufficiali. Se ti può far piacere saperlo, utilizzo proprio il tuo CD di "Storiologia" che ho - pagandomi personalmente le spese - mandato a prendere un mese fa. Ma portandolo in classe ho poi scoperto che buona parte per non dire tutti dei miei studenti sono già assidui frequentatori di "Storiologia" che è in rete, mi hanno quasi insegnato loro a destreggiarmi nelle varie tue tabelle. Ero insomma in ritardo rispetto a loro. Continua così, molti studenti te ne sono grati. Tu hai battuto quasi tutto sulla politica, ma anche il resto è interessante a leggersi, direi importante. Continua così, e per il tuo grandioso operato accetta pure l'opinione del pubblico, sia essa lusinghiera che malevola. Questi ultimi provino loro a fare (fra l'altro gratis) un sito così. Ancora un grazie e un affettuoso saluto. F.G. (e-mail in archivio)

* * IL "FOLLETTO" - Ciao Franco. Sei un GRANDE!! . Sono anni che ti leggo frequentando il tuo bellissimo "Tempio". Ma mi sconvolgi con altre problematiche di storia contemporanea che mi fanno girar la testa. Mi sono appena "bevuto" il capitolo che descrive il terrorismo islamico "radici storiche e culturali".
Da molte parti si sostiene che gli angeli sono una rilettura cristiana degli elfi: lo dimostrerebbe il loro aspetto etereo e la loro possibilita' di volare. Per contro, da sempre, si sostiene che gli elfi e i folletti siano creature rinnegate da Dio, i figli nascosti di Eva e per questo condannati all'oscurita': cosi' si spiegherebbero certe loro stranezze e cattiverie, in particolare di certi folletti dispettosi. Credo che questo folletto il piu' grande dispetto che abbia fatto sia regalando in rete ""Storiologia"", una informazione ALTERNATIVA a dispetto di tutta quella cozzaglia lurida che cerca di manipolarla e girarla e interpretarla a proprio gusto e beneficio. Le uniche fonti di informazione degne di nota, provenienti dall'esterno che funzionano a corrente sono per quanto riguarda la tv blob e Report, per quanto riguarda internet , per l'appunto, ci sei solo tu geniale "folletto" ... Da quest'altra parte invece c'e' un altro elfo incazzato che vuole esprimerti tutta la sua gratitudine. Non ti ho mai massacrato di e-mail per evitare di distrarti da "Storiologia" :-) Ma voglio farti presente che ti ammiro e come me sono sicurissimo, centinaia di migliaia che se ne stanno rintanati ma sono tutti incazzati e non ne possono piu' di vedere uomini che fanno di tutto per non essere "uomini". Ciao. (e-mail in archivio).

* * Salve Franco, sono un insegnante di un Istituto statale d'Arte Ho saputo proprio oggi dell'esistenza di questo sito, e non ho perso tempo per collegarmi. Ho letto anche qualche e-mail dei milioni di visitatori del sito, e a volerci pensare un pò, faccio fatica a trovare un aggettivo con cui posso congratularmi con Lei. Le dico soltanto, che è un PAZZO! LE DOVREBBERO DARE IL PREMIO NOBEL, altro che contributo!
Vorrei poterla aiutare personalmente, ma il mio aiuto sarebbe come un granello di sabbia nel deserto.
Nel leggere le motivazioni che la spingono ogni giorno a fare questo lavoro, non lo nascondo, mi sono emozionato un pò, perchè immagino la passione e l'amore che ci mette.
Spero che qualche ente istituzionale possa fare qualcosa, se vogliono possono. Auguri e spero che il Signore e il Suo Santo Patrono la proteggano sempre.
In riferimento alla frase riportata in una delle prime pagine, cioè "SE DUE UOMINI SANNO OGNUNO UNA COSA E SE LA SCAMBIANO, DOPO, ENTRAMBI SANNO DUE COSE" io direi che, visitando il sito e leggendo qualche pagina, mi sono sentito come un uomo che sa una cosa che sta parlando con un altro uomo che sa non una cosa ma un miliardo di cose.
(e-mail in archivio).

* * Stiamo allestendo una mostra sulla storia delle città italiane nelle raccolte della Biblioteca del Senato. Visitando il vostro sito abbiamo visto che avete del materiale -soprattutto le carte storiche- che ci potrebbe essere utile. Vorremmo metterci in contatto con Voi per avere l'autorizzazione a prelevare detto materiale, ovviamente citeremo come fonte ""Storiologia"". Senato della Repubblica (e-mail in archivio)-
MA LA PROFESSORESSA DI SOPRA SARA' D'ACCORDO ??? IO HO AUTORIZZATO E CEDUTO TUTTO GRATIS (VUOL DIRE CHE QUALCHE CONGIUNTIVO SBAGLIATO LO CORREGGERANNO LORO).

* * Caro Franco ti do subito del tu per evidenti ragioni. Sono anni che consulto le tue pagine e faccio parte di quella schiera di semianalfabeti d’informatica che si chiedono come tu abbia fatto a fare quel che fai. Continua a fare ché fai bene!
Sì, ho letto alcuni commenti malevoli. È pur vero che in alcuni testi lo stile lasci talvolta a desiderare, ma c’è chi non ha capito, dalla prosa, un bell’accidente della tua forma mentale : se ti soffermassi a levigare e lucidare, mancherebbero all’appello svariate decine di migliaia di pagine... Quindi, piuttosto che criticare malevolmente, gli stilisti farebbero meglio a “risistemare” certe prose concitate per poi riproportele rivedute e “corrette” con calma (senza denaturarle), portando cosí un contributo alle fatiche dell’autore. Semmai. Ma costoro sono generalmente dei poveri frustrati di protagonismo (spesso laureati) che mai s’abbasserebbero al ruolo di umili “revisori” o correttori, spacciandosi per saccenti saputoni. All’Inferno!
"Storiologia" è volgarizzazione del sapere con il dirompente effetto dell'ipertesto, immediatamente fruibile, senza esser costretti ad andar per biblioteche... ed un linguaggio a rasoterra, accessibile anche a quelli che hanno solo la quinta elementare, senza proibire l'accesso ai laureati... Chi considera ciò di poco conto o di bassa lega è un emerito imbecille. Certo bisogna levigare questi testi, senza rovinarli, ma non è compito tuo. ""Storiologia"" meriterebbe ampiamente di essere perfezionata anche con investimenti di pubblico denaro: eccome.
Osservazioni: il tono dello scritto è quello discorsivo di colui che racconta a voce, verbalmente. Leggendo, si ascolta l’autore... con gli occhi. Nel linguaggio parlato, non danno fastidio i congiuntivi che si risolvono sovente all’imperfetto. Inoltre, spesso le congiunzioni “che”, in sequenza ravvicinata se passano liscie all’orecchio, bucano la carta, alla lettura. Sempre per un’evidente concitazione del narratore (ecco: l’autore è un ottimo narratore; avrebbe le capacità teoriche di scrivere meglio, lo si sente, ma non lo fa perché “dice” e “scappa” innanzi, senza soffermarsi un attimo, corre. E com’ha detto, ha detto; via!) risultano reiterazioni inutili, a volte pesanti e goffe; ma il lettore, risucchiato ormai anche lui nel vortice del ritmo e della foga “imposta” dal narratore, se ne frega, e va avanti nella lettura. Alla fine dell’argomento, visti i contenuti, i rimandi ipertestuali e tutto il resto, come un assetato, si scola la bottiglia d’un fiato e poi... “Aaah, ci voleva proprio”! C’è quindi evidente soddisfazione. E' il segreto di così tanti lettori che ha "Storiologia"
Ho detto che ""Storiologia"" meriterebbe ampiamente di essere perfezionata anche con investimenti di pubblico denaro. Ma qui, la lingua batte dove il dente duole. Certi direttori di Istituti Culturali - e sono loro a beccarsi stipendi mensili da capogiro - fanno a gara a chi le combina più stupide! Spesso chiamano i volontari per collaborare a certe iniziative, incapaci di portarle avanti autonomamente. Poi si pavoneggiano risplendendo di luce riflessa. Mai visti brillare di luce propria.
Tu continua a fare ché fai bene. Non dubito molto che se tu ne perdessi il controllo, "Storiologia" perderebbe l'anima, poichè la filosofia altruistica che sottende tutta la struttura è essenziale. Ciao (e-mail in archivio).

* * Signor Franco, non spreco complimenti perchè del tutto superflui.Le auguro solo di non perdere mai l'entusiasmo e la "follia" che lo animano in questo suo percorso e le formulo la mia ammirazionè più sincera.
PS. Io sono un informatico e vedo che non ha predisposto nessun accorgimento tecnico per impedire la copiatura del suo sito. Questo monumentale lavoro (mi perdonerà se lo chiamo così ma è davvero difficile da catalogare) è davvero facilissimo da copiare sul proprio hard disk. E questo è davvero un peccato, mi piace pensare al suo lavoro on line, perchè li è nato e perchè questa è la sua peculiarità e la sua forza, ma non riesco a capire però il perchè non si protegga in qualche modo da una possibilissima ruberia che in internet è cosa fin troppo usuale. Il sito lo ha messo anche su CD, ma io penso che non prenderà mai una lira se continuera così. D.S. (e-mail in archivio).
PAZIENZA, MA SAI CHE SODDISFAZIONE !!!

* * GIANFRANCO M. ""Le storie, la Storia. Spesso fluiscono a nostra "misera" insaputa e sono belle, perchè sono storie (cose cioè che si possono raccontare  riscuotendo un significativo margine di interresse da parte dei lettori). Spesso si intersecano e si accavallano al punto tale che, ad un tizio insignificante e anonimo come me, capiti ( ieri dopo averlo visto perchè recenSITO dalla rubrica NEAPOLIS della RAI) di cantare le lodi del tuo sito ad alcuni amici distratti e pensierosi, e succeda poi  questa sera di incontrare gli stessi amici e sentirsi ricantare le stesse lodi al tuo sito anche perchè loro lo conoscevano già. M'bè sono contento per il mio "microuniverso" di averti "scoperto" e per l'Ente di Stato che, almeno per una volta, fornisce delle informazioni vere ed attendibili. Quasi storiche! Ri Hasta. Gianfranco M.  (e-mail in archivio).

* * RAI RADIO DUE - - Noi usiamo spesso il vostro materiale e spesso vi citiamo come fonte, ma abbiamo a volte il problema che alcuni anni nel vostro sito sono ancora incompleti. Vi scriviamo per chiedervi se oltre a voi esistono altri siti di "Storiologia". Grazie per l'aiuto. (e-mail in archivio)
CARISSIMI, ABBIATE PAZIENZA, IO SONO SOLO, VOI IN TANTI. ALTRI SIMILI? NON NE ESISTONO. ACCONTENTATEVI DI QUESTO.

* * * Egregio Sign. Franco. Io sono 4 anni che uso internet. E con 4 anni si vedono tantissime cose di tutti i generi. E' la prima volta che vedo un sito utile a qualcosa. La prima volta che vedo un sito che non sia di pubblicita' a qualcosa. La prima volta che vedo qualcosa di utile su internet. Fino ad ora ho ritenuto internet totalmente inutile perche' e' tutta pubblicita' e tutte fregature (eccetto qualche sito religioso). Complimenti vivissimi. Lei e' veramente una persona degna della massima lode. Ho dato l'indirizzo del suo sito a numerosissimi miei amici, ripetendo loro quello che ho scritto adesso qui. Alcuni mi hanno gia' risposto che i loro figli non hanno mai avuto una "enciclopedia storica" cosi completa e di facile lettura e ringraziano. (Penso che alcuni lo abbiano fatto gia' direttamente a lei). Comunque da parte mia io la ringrazio con tutto il cuore perche' lei mi ha fatto riscoprire il piacere della storia. GRAZIE E SALUTI N. C.
(e-mail in archivio)

* * Carissimo Franco, mi chiamo R. M. , mega congratulazioni per ""Storiologia"" che da solo vale un abbonamento flat mensile per internet. Sono appassionato di storia e mai avrei pensato di trovare sul web un sito così pieno di materiale storico per quantità e di ottima qualità. Ti prego, non ti curare del parere di qualche frustrato che contesta il tuo lavoro senza addurre motivazioni (motivazioni serie e non scempiaggini stile C... per capirci) e ricordati che "chi disprezza, compra!" (l'invidia, purtroppo, è un'erbaccia inestirpabile). Lo scorso venerdì ci siamo sentiti per telefono per l'acquisto del CD di "Storiologia" ed il pomeriggio Ho provveduto ad inviarti il vaglia postale per il CD, credo che quei 28 Euro rappresentino uno dei miei migliori acquisti della mia vita. Non vedo l'ora di "sfogliarlo". Non ti voglio rubare altro tempo e ti ringrazio infinitamente per quest'opera gradiosa che hai messo a disposizione di tutti. Ti saluto e ti abbraccio (e-mail in archivio)

* * Ho letto su "Storiologia" l'articolo sulla Goliardia e sui Clerici Vagantes e desidero complimentarmi con lei per la completezza e la competenza con cui ne ha tratteggiato gli aspetti salienti. Compliemnti ancora. M. B., o anche S.E. Manolus II Venerabilis Cardinale della Goliardia Piemontese (e-mail in archivio)

* * RAI TG3-NEAPOLIS - - Gentile Gonzato, la trasmissione del TG3-Neapolis si occupa del pianeta internet e di tutto ciò che ruota attorno al web. Siamo rimasti colpiti dall'enorme mole di lavoro e di energie profuse per la realizzazione del suo sito sulla "Storiologia". Manderemo in onda domani su Neapolis un servizio  e saremmo intenzionati ad intervistarLa. Contiamo in una sua risposta in tempi brevissimi (magari oggi stesso). La ringraziamo e restiamo in attesa di un suo riscontro. Redattore Marco Scoteroni. Rai Tg3.
(GRAZIE PER IL SERVIZIO, E MI E' PIACIUTO. GRAZIE. MA SULLA INTERVISTA NON CI CONTATE. VI SIETE MERAVIGLIATI PER IL MIO RIFIUTO, DICENDOMI CHE ALLA PORTA C'E' INVECE SEMPRE UNA FILA DI SCOCCIATORI CHE VORREBBERO APPARIRE. IO NON FACCIO PARTE DI QUELLI CHE FANNO LA FILA!!! SONO INVECE UN ANONIMO "FOLLETTO" CHE NON CHIEDE NIENTE A NESSUNO, NE' MI INTERESSA APPARIRE).



* * PATRICK CROSETTO - Harward University - Thank. I have a question. who would the ruler of Venice have been in 1607, or thereabouts. Thanks you reply,  with your site Cronology. -
HO RISPOSTO ALLESTENDO LE PAGINE SULLA STORIA CRONOLOGICA DI VENEZIA (700 pagine)

* * BRASILE -  Il mio nome é Eduardo Fiora, giornalista, direttore del portale brasiliano www.ecco.com.br. Primo Portale (e il più importante) per la comunità italo-brasiliana in accordo con l'agenzia giornalistica "Centrale Informazioni Brasile-Italia". Un dei nostri progetti riguarda la costruzione di un spazio che possa raccontare in portoghese la storia dell´Italia,  insieme a un altro speciale che è la storia degli italiani in Brasile, da Vespucci ad oggi, con particolare rilievo all´emigrazione. La nostra idea e portare questi progetti alla conoscenza dei vari attori italiani sul web, come é il vostro sito, che direi é magnifico, una fonte di inesauribili notizie. Quindi, vorrei sapere se sarebbe possibile discutere una futura versione (la tradurremmo noi) in portoghese di WWW."Storiologia".IT, tramite un accordo tra ECCO-"Storiologia". Sappiamo che si tratta di una grande sfida, che avrá bisogno di finanziamenti (italo-brasiliani e italiani). Peró, come in questo momento l' Italia finalmente ha scoperto i 60 milioni di italiani e discendenti all'estero (piú di 20 milioni qui in Brasile) e il Parlamento praticamente conclude la questione del voto per gli italiani all´estero; penso che si apre una strada per coinvolgere settori pubblici e privati. I giovani oriundi italiani, forse avranno il diritto di votare. Ma come votare senza conoscere la storia italiana? Il progetto "Storiologia".IT in portoghese sarebbe un importante strumento per informare questa immensa comunità. Allora, spero che possiamo dare inizio a un dialogo per discutere l´opportunitá di questa nostra proposta. In attesa di una risposta, i miei saluti. Eduardo Fiora - (NOTA: il copy è stato ceduto gratis per tutto il Brasile. - Franco)  (e-mail in archivio)
(GRAZIE PER L'ONORE. FATE CIO' CHE VOLETE, ANCHE PER IL BRASILE E' TUTTO GRATIS)

* * FRANCISCO CARLO TEIXEIRA DE SILVA- -  I´am Professor at federal university of Rio de Janeiro and search above gays and Jeohovah Witnesses under the fascist rules. For Your  Informations  Molte Grazzie!- Francisco

* * INDIA - PRABHAT SRIVASTAVA -  I am indian, very much facinated by The greatest artist of all time MICHELANGELO. Could you help me, if michelangelo ever studied Greek and Latin. If yes, then did it help in any way to michelangelo. I appreciate your efforts.

* * ROMA - Volevo anzitutto congratularmi con voi per le preziose informazioni contenute nel vostre sito che mi sono molto utili per il mio lavoro, che svolgo nell'Archivio storico del Senato.(e-mail in archivio)

** A.F. SENATORE DELLA REPUBBLICA - Gentile sig.Gonzato, solo da poco ho scoperto il sito di "Storiologia" e desidero, da modesto cultore di storia e di diritto, inviarLe i miei più vivi complimenti per l'immenso e qualificato lavoro che sta sviluppando. E' questa una opera benemerita ed ancor più perchè espressione di passione civile personale. Ho letto che andrà avanti se potrà e avrà ancora voglia!
Mantenga la voglia e se la fatica sarà eccessiva, non mancheranno amici pronti ad aiutare questo sforzo.
Ancora complimenti ed auguri. Senatore A. F. (mail in archivio)

* * JOSE' ODENIR  - Colatina - Espirito Santo - Brasile  Sono un dentista brasiliano ammiratore delle opere create da MICHELANGELO. Ho studiato molto sulla sua vita. Sto scrivendo perchè ho trovato la migliore biografia nella rete. È quella fatta da voi. Oltre a essere compiuta, ci mostra anche una pagine bellissime di storia. Complimenti. È stata una fortuna trovarla. Grazie del meraviglioso lavoro. José. (e-mail in archivio)
(GRAZIE. IL NS. MINISTERO DEI BENI CULTURALI POTREBBE FARE MEGLIO, PURTROPPO...)

Questa è invece il colmo !
 
L'Università (omissis..)  e l'Istituto di storia (omissis...), Vi pregano di voler divulgare sul Suo sito, il programma del corso Storia e didattica tra Università e Scuola qui in allegato.(Le lezioni, tratteranno, in una prospettiva cronologicamente trasversale, un tema unitario, intendono offrire alcune proposte concrete in merito alle scelte di programmazione e alla loro declinazione didattica, da discutere e verificare con i corsisti in sede di laboratorio- Destinatari: Insegnanti di storia della scuola secondaria superiore, laureati e laureandi di provenienza da facoltà umanistiche o che svolgano un attività affine, che desiderino maturare un significativo percorso nell’ambito degli studi storici. Cordiali saluti, dott.a A B. (da una prestigiosa università italiana - e-mail in archivio) -
CIOE' ISTITUZIONI PUBBLICHE, CON ADDETTI CHE PRENDONO STIPENDI, HANNO CONTRIBUTI, NON PAGANO SERVER, COMPUTER  ECC. CHIEDONO A  ME "SCIMMIA NON ANCORA SCESA DALL'ALBERO" DI FARE PUBBLICITA' ALLE LORO INIZIATIVE. BRAVI!!!!



quelle che metto PER AUTOCELEBRARMI - (facendo rodere il fegato a qualcuno)

SARA G. - Ho appena scoperto il sito, e credo di aver trovato nella sua organizzazione quello che la parte più meticolosa di me avrebbe voluto trovare sui banchi di scuola studiando certe cose: le sfilze di date (nei prospetti) e la tanto decantata interdisciplinarità (nelle introduzioni). Mi chiedo perché gente come Lei venga chiamata naif nello stile o nel tono, seppure a mo' di complimento. Una mia cara vicina la chiamerebbe idealista. La sua propaganda è evidente, ma le Sue opinioni sono di stimolo all'informazione, non all'indottrinamento; la scrittura ha risvolti poetici, ma semplice o innocente, proprio non direi. Accoglie inoltre possibilità non-ortodosse tra i suoi articoli di collaborazione, il che prova la Sua onestà intellettuale. Quanto a disponibilità, mi pare che Lei non abbia il segretario-leggi-posta di industriali e scrittori di fama, il che, insieme alla gratuità e alla devozione, fa di lei praticamente un santo! ...Lei sarà pure una "scimmia ancora sull'albero", ... Ci resti, e continui così! Ad averne...(e-mail in archivio)

ROBERTO F. - - Carissimo Franco, se veramente sei una scimmia discesa dall'albero, come afferma quel tuo "amico" cattivo ....... e se qualcuno come lui ti invoglia per dispetto a chiudere il sito, vuol dire che invece di appellarmi ad una sterile associazione culturale crivelliniana, mi rivolgerò all'"Ente protezione animali" affinchè tuteli il sito se questo dovesse rischiare l'estinzione. Tieni duro !!!! Tu continua e tipi così mandali al diavolo.(e-mail in archivio)

** ALESSIO O. - - Grazie, grazie, grazie! Il lavoro che ha fatto e che sta facendo con la "Storiologia" è proprio fantastico. Che bella la storia spiegata così! Guardo l'orologio. Sono quasi le 5 di mattina e sono 3 ore che sono incollato al monitor con il racconto della Roma dal 1 anno d.c. in poi... Credo che ci vorrà parecchio per finire, e mi sa che devo andare a letto perché tra 3 ore ho la sveglia. Ma quant'è bello trovare un sito del genere!
Ho dato anche un'occhiata alla pagina delle mail ("Mi hanno scritto").. Bah! Il tipo che faceva commenti cattivi è proprio da "perdere". Si mettesse lui a scrivere (o dettare) tutte 'ste cose! E la forma... Beh, quella la troviamo in 10.000 altri siti che non guarda nessuno perché: 1 - Non si capiscono 2 - Sono complicati 3 - Hanno una veste seriosa 4 - Sono iper tecnologici e difficili da usare. Questo, per fortuna, è l'opposto di quelli. E tutto questo è bellissimo, continua così per favore. Cordiali saluti Alessio (e-mail in archivio).

** PIERLUIGI - DA BRUXELLES .- Sono sbalordito dalla ricchezza di questo sito: é una vera e propria miniera di informazioni! Dovrebbe essere tra i favorites di ogni appassionato di storia e lo ho già consigliato ad amici. Bravo! - Spero, presto, di poter contribuire anch'io con qualcuno degli schemi sinottici della mia sezione EU. (e-mail in archivio)

* * MAURO - - Spettabile consulto spesso le sue pagine, dove trovo date che mi sfuggono, o avvenimenti che non riesco a collocare. Mi sembra che nella descrizione dei fatti ci sia rispetto per le diverse opinioni, non trovo faziosità. Personalmente sono di sinistra e guardo sempre con attenzione i commenti ai fatti tragici della "notte della Repubblica": credo che il miglior segno di maturità per il nostro paese sia proprio la capacità di affrontare quell'orrore con il coraggio di chiamare assassini TUTTI quelli che uccidevano e VITTIME tutti quelli che morirono. Anzi, quasi tutti: alcuni morirono per difendere altri, a loro spetta esser chiamati MARTIRI. Con stima G. Mauro (e-mail in archivio)

** - DA BRUXELLES - Grazie per la veloce (inattesa!!) risposta! Rinnovo i complimenti e, dopo aver scorso il "Libro d'oro" di chi le scrive, mi permetto di darle un consiglio! Non perda il suo tempo prezioso con i frustrati, gli invidiosi ( e riconosco che c'é di ché esserlo di fronte a cotanto lavoro), i negativi ed i professionsiti della critica! Non stia neanche a rispondere e, soprattutto, non se la prenda a male: il problema ce l'hanno loro, nella loro testa! Anche perché lei ha l'umiltà e la modestia di dire che non é un professionista e di riconoscere i suoi limiti, per cui, se anche ci può essere qualche pecca (per fortuna nessuno é perfetto) é tutta perdonata! Senza contare che un sito come questo é, per definizione, aperto ad essere migliorato da chi, costruttivamente, ha voglia di farlo! Vade retro però a chi, malgrado tutto ciò, la critica distruttivamente, e che costoro vadano a soddisfare altrove le loro frustrazioni! Il non pubblicarli non é una mancanza di democrazia ma una legittimissima scelta, spinta dalla necessità di ottimizzare le scarse risorse disponibili e dal pubblicare solo quello che arrichisce lei e soprattutto il sito! Salutoni e Tanti auguri! (dall'amministratore di una importante Istituzione Europea, a Bruxelles - e-mail in archivio)

* * FRANCESCO B. - - Gen.mo Franco mi permetto di darti del tu, perché credo che abbiamo più o meno la stessa età oltre al nome. Per prima cosa voglio farti i complimenti per il sito e la tua iniziativa in generale, e credimi non sono complimenti di circostanza, ma il mio è un vero e proprio ringraziamento, chi come me passa gran parte del suo tempo attaccato a dei pc per questioni lavorative , sa come sia importante staccare l'attenzione dal computer come "causa" di guai ( tecnico hardware ) , per riscoprirne la funzione principale ( aiuto ) nelle cose che vuoi e puoi fare ( insomma il classico rapporto odio amore ). io fino ad una quindicina di anni fa' non aprivo un libro se non sotto la minaccia di un arma , e questo derivava dal modo stupido e antipatico di studiare che la scuola italiana ti impone. Mi sono comprato libri ed enciclopedie di ogni genere ( mai sentire una sola campana ) ed anzi le cose più interessanti le ho trovate spesso in romanzi storici. Poi un mio allievo ( insegno informatica......wuahhh... bleah....sput sput ) mi ha fatto conoscere il tuo sito ........ grandezza di dio ......ahh finalmente ....... non puoi capire la mia gioia nel trovare la storia raccontata come piace a me ....i documenti originali ( stupendo il diario di Rommel - interessante La Vita di Giolitti, quella di Napoleone ecc ecc) le testimonianze dei protagonisti dei due schieramenti ...da leggere cosi senza filtro per farti una opinione personale ( vorrei sgombrare il campo da eventuali dubbi : non sono un revisionista .... anzi mi stanno sugli zebedei ). -- P.S. ho letto le mails, quelle del sig. dott. ing. Cr....... e sono rimasto sbalordito dalla dimostrazione di tanta CULTURAAA , il mio cuore ha iniziato a battere più forte .....ho iniziato ad avere i brividi, la pelle d'oca poi ho chiuso la finestra e tutto e tornato normale tranne il giramento di co....... che e' rimasto .... mi ricorda "stranamente" quelle persone che mi facevano odiare i libri ed all'improvviso ho capito cosa volesse realmente dire un altro str..... ( a volte anche gli str.... dicono cose giuste ) Goebbels ?? : "quando sento la parola cultura metto mano alla pistola". - Quindi grazie ancora di cuore e continua cosi ..... - Francesco (e-mail in archivio).

X.Y. - Product Manager di una grande catena di giornali italiani. Mi spoglio dei panni del product manager e divento utente. Beh, da appassionato di Internet, storia e politica, le faccio i miei piu' esplosivi complimenti! Il suo sito e' bellissimo! Sono stato io ad insistere per cercare di contattarla. Lei e' davvero un grande e il Web ormai lo sa. La seguo da tantissimo tempo, mi sono sempre stupito della enorme disponibilità di dati, dell'aggiornamento continuo, dell'ottima modalita' di esposizione degli argomenti.
Sicurissimo che lei non abbia bisogno della visibilità che le possiamo offrire. Altrettanto sicuro che la nostra catena di giornali abbia invece bisogno di lei e del suo ottimo sito. Ed è solo per questo che le ho inviato la proposta di inserire il suo sito nel portale della nostra catena. Il punto due, che le ha dato molto fastidio ''Voi vi occupereste dei suoi contenuti provvedendone all'aggiornamento, sotto la ns. supervisione'', preciso che mai e poi mai abbiamo interferito sui contenuti inseriti dai nostri collaboratori. E mai, piu' che mai ci permetteremmo di inficiare un ottimo lavoro. Se lei e' stato contattato e' proprio perche' il suo ''prodotto finale'' (lo so termine da commercialisti..:-)) e' completo, non necessita di aggiustamenti.
Mi scusi se mi ripeto, ma ci tengo, dal punto di vista personale, a chiarire che il termine ''super-visione (a dire il vero infastidisce anche me) non e' da considerarsi come appropriamento o limitazione di qualche sua liberta'. Le dico tutto questo non perche' applico qualche scadente metodo di persuasione manageriale, ma solo perche' la rispetto. Le dico anche un'altra cosa. Spero che lei non venda mai il suo sito. Chissa in quali mani potrebbe finire. Per l'impaginazione: e' semplice, ed e' questo quello che conta. E' comprensibile, veloce da scaricare e utile. Il suo sito e' informazione, storia, ed e' bello cosi' come'. Con l'occasione la saluto, mi ha fatto molto piacere conoscerla. Spero che possa continuare nel suo progetto senza cambiare una virgola. Meglio di cosi' davvero non potrebbe fare. ( (e-mail in archivio).

* *  Carissimo, Semplicemente "Complimenti" per questo fantastico sito da te creato. Lo sto' lentamente ma inesorabilmente leggendo, salvando e stampando tutto....e ne sono sempre piu' affascinato.....ho"fatto mie" piu' cose contenute in esso ormai...e grazie...Sono un"Pecoraro" affascinato dalla storia... anche io...non sono un professore o un laureato ma un semplice appassionato....e non ho una lira da darti per aiutare la tua "creazione" a svilupparsi ulteriormente....e di cio' mi dolgo, sinceramente.....quanto vorrei!
Chi se ne frega degli errori di ortografia! E' il concetto che si esprime che davvero conta! Diglielo ai "critici"! Coloro che sanno a memoria le tabelline e le declinazioni.... non riescono neanche ad immaginare col loro cervello da rettile il significato di ""Storiologia"".........il vero motivo dell'esistenza di questo sito. Chi non conosce la storia e' costretto a riviverla ...ed invece di apprezzare "l'idea" .....giacche' certe idee a priori andrebbero difese, attaccano....e cosa peggiore, censurano....degni della peggiore inquisizione spagnola...Conoscere la Storia ci rende liberi...diglielo. La Conoscenza dei fatti......ma anche libere opinioni sui fatti accaduti nelle epoche passate..per quanto alcune da me criticabili (ma sono onesto, e sto zitto, perchè non conosco altre versioni) sono il patrimonio piu' caro che dobbiamo avere e che ""Storiologia" " insegna. Sapere qualcosa in maniera imperfetta e meglio di non sapere nulla......e chi non sa nulla e' , cosa risaputa , è convinto di sapere tutto.....E DIVENTA CRITICO......come questi!.............
""Storiologia"" va "amato" a priori.....e' un dogma questo , per me! Esso e' la "voce" dell'umanita'.......in questo mare di silenzio impostoci dai "critici"............o no?
 Adesso ti lascio e ti saluto .....augurando a ""Storiologia"" di sopravvivere a me ed al suo creatore....che credo sia di tutti il massimo degli auguri possibili.....ma all'uso dei Romani brindo con te ,caro Franco (Libero.....perlappunto!) e ti auguro lunga vita!:"Annare perennareque commode liceat!" ......Mille volte ancora!!!!!!!  Riccardo ("Alessandra S." (e-mail in archivio).

Max - - UN PO' COMMOSSO UN PO' INVIDIOSO - Caro Franco, le scrivo per due motivi: il primo è naturalmente quello per complimentarmi per questa opera (che di questo si tratta). Molte delle cose che avrei voluto esprimere sono già state dette nel suo guestbook quindi mi esimo da ripeterle perchè amo l'originalità. Aggiungo solo che, da famelico divoratore di materiale storiografico, rischio di invischiarmi nel suo sito vita natural durante, il che potrebbe portare la sua persona nella sfera di quelle che odio perchè non posso farne a meno. E poi mi smentisco, e aggiungo anche un'altra cosa: è notevole il valore politico dei documenti, non solo quello storico, perchè mi appare sempre come una puntuale cronaca dei fatti accompagnata da una civile e argomentata interpretazione del valore storico degli stessi. Lei esprime delle opinioni proprie, o fatte proprie, senza mistificare lo svolgimento dei fatti. Non nega, ma cerca sempre una spiegazione. Spesso mi trovo in disaccordo con le sue interpretazioni (potrei forse definirmi un "militante" culturale) perchè io ho un'altra opinione "politica", appunto, ma la lettura delle sue pagine non mi urta, come fanno alcune pubblicazioni che potremmo definire revisioniste, né mi lascia perplesso, come fa certa banale storiografia "ufficiale" che ti lascia sempre un po' di dubbio nella plasticata imparzialità con cui ti propina le argomentazioni. Al contrario, di volta in volta, mi trova in accordo totale perchè conferma certe mie idee, mi fa incazzare perchè le contraddice, mi stupisce perchè colma delle mie lacune. Insomma, la sua è una lettura emozionante, e con una caratteristica così preziosa da risultare persino inverosimile: lei, nel 2002, davvero sta facendo tutto questo lavoro per la sola passione della storia, che è soprattutto impegno sociale? io, davvero, non posso fare a meno di crederle, leggendo nelle sue parole qualcosa di simile alla verità, ma trovo difficoltà, ad esempio, a raccontarlo in giro, quando io stesso non ci credevo (la prima volta che sono arrivato sul sito ho letto quattro righe e ho pensato ok il solito sito revisionista-neofascista, la seconda volta ho pensato che fosse un'iniziativa di Rifondazione Comunista, alla terza stavo diventando Andreottiano per potermi barcamenare tra tutte le opinioni, con evidente strascico di crisi di personalità). Il secondo motivo è che vorrei usare la sua foto da pecoraro per una brevissima news sul mio sito (trattasi di un banale weblog assolutamente personale). L'intenzione è quella di mettere la sua foto (opportunamente linkata al suo sito) e spendere due parole per presentare "Storiologia".it. So che è già conosciutissimo e non ha ovviamente bisogno di pubblicità, è solo che avrei piacere di "farlo mio" per il contenuto e, soprattutto, in onore al lavoro profuso. Quindi le chiedo l'autorizzazione ad usare la foto. Grandi danni non ci saranno, visto il mio limitatissimo pubblico. La saluto cordialmente Max (e-mail in archivio).

* * DE SANCTIS - L'occasione mi è molto gradita, di porgerLe i miei migliori e più sinceri auguri, per l'anno che sta per iniziare, estendendo tale auspicio ai familiari, ed a ciò che Le è più caro.La ringrazio inoltre per la notevole opera di ricerca che conduce, e che continuerà sicuramente a svolgere, confermando il comune amore per la storia. Quanto prima, cercherò di dare una risposta al Sig.Francocomputer, il cui sito, diretta emanazione della sua febbrile attività, seguo da tempo. In effetti risulta doveroso dire, come senza ombra di retorica, dimostri profonda conoscenza della madre storia, notevole capacità di sintesi, ed una straordinaria attitudine alla didattica.  In ogni caso, mi riprometto per la ennesima volta, di dare  il mio modesto contributo, ammesso che io sia nella condizione di offrire, qualcosa in merito. Senza alcuna riserva, il sito creato da Lei, è quello che amo maggiormente. Di nuovo sentiti e sinceri auguri, per il nuovo anno. Suo aff.mo Prof. Domenico De Sanctis. (e-mail in archivio)


* * ANDREA - - Grazie, grazie e ancora grazie per il preziosissimo contributo che lei, con il suo immenso e pregevole lavoro, mi sta dando continuamente nello svolgimento dei miei studi sulla storia. Apprezzo tantissimo il lavoro che sta facendo e voglio sinceramente complimentarmi con lei. 
Apprezzo particolarmente la pluralità degli argomenti trattati nell'ambito della storia e le curiose tabelle statistiche e riassuntive dei vari argomenti. La esorto a non prendere in considerazione gli attacchi e le critiche negative e gratuite di alcuni presunti studiosi, in quanto il sito lei lo ha fatto (e magari ci ha speso molte energie e molto tempo), mentre loro si sono limitati a "navigarci sopra"!  Lei è l'unico che si è preso la briga di svolgere un lavoro di questo genere, esponendosi in prima persona. Il risultato di questo lo vediamo bene e.... il risultato delle critiche? Esistono siti che correggono gli eventuali errori di un temerario che si è messo in gioco in nome della Cultura e del Sapere?? (fra l'altro senza scopo di lucro, a differenza di molti docenti...).  Non mi risulta proprio che esista niente del genere, quindi avanti così e grazie ancora per quello che ha fatto, che sta facendo e che sicuramente farà! - Grazie ancora e buon lavoro! Andrea Moretti (e-mail in archivio). 

* * LUCIANO G. - Carissimo Franco, sono un liceale, ti ringrazio per quello che fai, è 4 volte che prendo 9 dopo aver saccheggiato il tuo sito. Ho avuto un c... così (scusa l'espressione) quando ti ho scoperto. Vuoi che ti dico una cosa? (spero che non ti offendi) sono proprio contento che i tuoi pezzi sono -come tu dici "Naif", così uno carente come me può migliorarli e arricchirli, mentre con quelli dove tanti accademici sfoggiano l'erudizione non solo non si capisce alla fine nulla, ma non si sa come adattarli alle nostra portata di poveri studenti che - è ovvio- non siamo nati professori, siamo solo alle prime armi. Continua così  e non stare ad aggiungere link di produzione non tua, dalla filosofia molto diversa,  c'è il rischio che il tutto si snaturi.  Il tuo sito è prezioso così com'è, devi restare Franco, perché sei unico. Ciao e ancora un grazie. Luciano.  (e-mail in archivio)
(NON DARMI TROPPO INCENSO, ALTRIMENTI "QUELLI" (i "ruminanti") SI MANGIANO IL FEGATO)


* * LISA V. - "A pensarci bene il meglio di te è che viaggi sempre sulle mie frequenze...SEI GRANDE!"  Ciao Franco, sei grande e lo sei non solo perchè hai il grande dono di rendere semplice argomenti che spesso sono "barbosissimi", ma sei riuscito a farmi amare la storia. VAI COSì. E a proposito devi dire a quegli "intellettttttuali" che ti criticano che "il latinorum" deve finire" Abbasso tutti i "don Abbondio" che (scusa il gioco di parole) ci abbondano con il loro linguaggio pomposo...Ma a cosa serve usare paroloni quando chi hai davanti non ti capisce!!! Parola d'ordine: ADEGUATE IL LINGUAGGIO A CHI VI STA DAVANTI O MEGLIO AL VOSTRO DESTINATARIO! Finalmente con te la cultura è a disposizione di tutti. Tu sei l'unico vero democratico. La "rivoluzione culturale l'hai iniziata tu". Continua così. E...grazie -Lisa (e-mail  in archivio)

* * GIUSEPPE B. Caro Franco, ho scoperto il sito quasi per caso leggendo le pagine del "Nuovo". Grande è stata la mia sorpresa nel rilevarne non solo la pratica utilità, ma un qualche cosa che contribuisce ad elevare il grado culturale di chi lo frequenta. Gli stessi principi che ti hanno ispirato sono difficilmente definibili. E' vero, riscontrare una simile apertura mentale in qualsiasi autore è pressoché impossibile. In genere ci si erge in cattedra e si pontifica. Qui invece tutti sono chiamati a collaborare con umiltà e senza negare i diversi punti di vista. Complimenti vivissimi e un sentito ringraziamento. (e-mail  in archivio)

* * UMBERTO - - Salve, sono un ragazzo siciliano appassionato di storia medievale, e navigando sul sito dell'Università Cattolica di Milano ho avuto modo di scoprire un link al vostro sito. Mi è bastata una breve navigazione per capire che il sito è veramente completo e rappresenta una fonte interminabile e forse indispensabile per ogni tipo di studio storico; le tematiche sono approfondite, accurate e corrette, mentre sono utilissimi i percorsi di ricerca per personaggio storico, città o misteri... non sono un professore universitario nè un'autorità nel campo degli studi storici, ma nella mia ignoranza devo riconoscere e apprezzare il lavoro da voi svolto, meritevole e quasi titanico. Vi faccio i miei migliori complimenti (per quello che possano contare), invitandovi a continuare così... non ho mai visto un sito così in tutta la mia vita, e forse non ne vedrò altri! Buon lavoro, Umberto (e-mail  in archivio)
(UN GRAZIE ALL'UNIVERSITA' CATTOLICA. QUALE ONORE!)

* *  MAURO - N. - Sono sconcertato. Sono un giornalista di vecchia data. Tre anni fa sono capitato dentro nel vostro sito. Avevo letto alcune pagine; trattavate la strategia della tensione (Moro ecc.. ombra del Kgb) e le avevo salvate tutte per leggerle con calma. Avevo trovato un numero piuttosto elevato di errori e imprecisioni (date, fatti, titoli di giornali)  su alcuni articoli scritti proprio dal sottoscritto su quotidiani e riviste nazionali, che intendevo formalmente correggere. Erano poche righe che con sgomento però rischiavano di tirarmi inopinatamente in mezzo, su quella storia tra lo spionaggio e la storia documentata che Voi avevate messo on line.  Che trovavo discutibile perchè esiste un confine che a mio giudizio e che sulla mia coscienza di giornalista e di cittadino non è giusto oltrepassare con quella disinvoltura che distingue il vostro testo. Ma riguardando le pagine dopo pochi giorni, avevo poi trovato con sorpresa che gli errori erano scomparsi. Forse vi siete documentati meglio, o qualcuno molto informato ha contribuito a correggervi. Cioè riportavate i fatti nella giusta versione e quindi non vi ho più scritto. Ma a distanza di tre anni, sono rimasto sconcertato nel vedere quegli stessi errori madornali, fatti da Voi, riportati pari pari su una relazione di una commissione parlamentare sulle stragi. Significa che hanno preso come oro colato quello che avevate scritto, tirandomi nuovamente in ballo incastonato fra manuali fasulli e non ho capito bene se come complice, o vittima, o strumento. Non solo, ma visto che viene citata in quella relazione il cosiddetto (ma innominato) dossier Mitrokhin, gli estensori sono caduti in grotteschi svarioni, imprecisioni, errori, e date sbagliate di fatti molto  gravi. Hanno preso come oro colato una velina di un servizio segreto, passata ad un altro servizio segreto, annotato da un terzo servizio segreto, e che scopro oggi con raccapriccio preso indubbiamente dalle Vostre vecchie pagine e copiato come testo sacro, senza sentire non dico il dovere o lo scrupolo, ma nemmeno la curiosità di andarsi a leggere quello di cui si parla (i miei articoli, e perfino i titoli degli stessi - ad esempio nel titolo del mio articolo "Moro come Kennedy?, l'interrogativo sparisce (ed è chiaro come cambi in senso); "il meeting  di TN, lo si cambia in Congresso Dc; inoltre questo avvenuto il 31 giugno quando tutti sanno che di giorni il mese ne ha 30 (inoltre non era giugno ma luglio)
A questo punto devo ammettere che  ora è più corretta la Vostra versione che non (pur con tutto il rispetto del loro lavoro) quello sgangherato rapporto, che diffonde una preoccupante sensazione di sbadataggine. Cordiali Saluti. - Ps. In allegato una mia dettagliata memoria che ho inviato alla Commissione; che contiene con il dovuto approfondimento la mia versione, sulle integrazioni, le correzioni e le "distrazioni"  che ho notato nella loro relazione. (e-mail di 5 pagine in archivio).
Ricordo al Sig. Mauro, che Oreste Leonardi > che ricordo QUI > il capo scorta di Moro, era mio istruttore al Centro di Paracadutismo Carabinieir Sabotatori di Viterbo. Dopo (io non ho fatto il giornalista come lei ! ) ho fatto 4 anni di anterrorismo in Alto Adige. Ho con Leonardi sempre mantenuto i contatti, e fra l'altro nel 1963 mi voleva nella sua squadra-scorta. Mi ha fatto conoscere Moro, sua moglie, i suoi figli. Se accettavo la sua proposta sarei finito anch'io lungo e disteso. Su Moro so più di te e di tanti altri che credono di sapere.

* * EMANUELE PASCUCCI    "I miei più sinceri complimenti...Non avevo mai visto nulla di simile in rete....Ammiro la tua competenza tecnica, storica, filosofica e politica! E' un peccato che non tutti possano visitare il tuo sito. (cosa aspettano a sposorizzarti?). E soprattutto un peccato più grande che non tutti potranno capire ed apprezzare il tuo sito (Spero siano una minoranza). Saluti Emanuele. - (e-mail in archivio)

* * Gentilissimo Franco Gonzato. Io sono un giapponese che ama l'Italia e che insegna, anche se con difficoltà la lingua italiana qui a Tokio, dove abito. Leggo spessissimo la Sua "Storiologia", complimenti! Serve a me per conoscere ancora meglio l'Italia, e serve ai miei allievi giapponesi. Il suo sito oltre che essere un'opera di prima grandezza é anche il frutto di una genialità fuori dal comune, veramente complimenti e auguri per il futuro (ma di questi non ne ha bisogno, lei è veramente bravo). - (e-mail in archivio)

MASANAO HOSOKAWA - Tokyo 5 febbraio 2001. 
** Le comunico che il suo sito è da oggi sul portale giapponese, ai primi posti fra quelli di Storia. Avrà la bella soddisfazione di vedere il suo sito e le tante pagine degli argomenti  tradotte automaticamente in giapponese.  Saluti. Tokyo 20 marzo 2001 - (e-mail in archivio)

** FAUSTO  P. - Ho fatto per molti anni il giornalista al quotidiano (...)  diretto da (...)  tanto per presentarmi. Bene, sono lieto di dirvi che il vostro sito è una delle  moltissime ragioni per cui vale ancora la pena di navigare in Italia, una delle poche pillole antidepressive reperibili nella rete, in questo paese che sta subendo una mutazione genetica di origine televisive. Siete una consolazione nell'Italia delle idiozie televisive e nella prospettiva dei tempi cupi che ci sovrastano. Tenete duro. Cordiali saluti e auguri - Fausto - 10 marzo 2001 -  (e-mail in archivio)

* * X-Y CASACCIA ENEA - Penso che scrivere notizie tanto per scrivere, senza appropriate verifiche sia il peggior modo di distribuire cultura. Di più... bella figura con tutto il mondo che vi può leggere eh?. Signori miei, quello che si è dato fuoco nella piazza di Praga capitale della Cecoslovacchia, è stato sì Jan Palach, solo che è successo nel 1968!  (Firmato - Il mittente lo teniamo a disposizione).
MIA RISPOSTA: "NO NO NO - Penso che correggere senza appropriate verifiche sia il peggior modo di correggere e il peggior modo di intervenire nelle mie pagine. Bella figura ci farei in tutto il mondo se ascoltassi te e la tua autorevole firma. Ti suggerisco di andarti a leggere i giornali, così completi la tua preparazione (!) storica. Anzi di già che ci sono, ti ho messo la pagina del giornale in rete, che è del 18 gennaio 1969 !!! Aggiornati !!! Ma allENEA siete tutti così disinformati? E prima  di correggere gli altri ( con ironia)  documentati tu, verifica !! .  Franco  (e-mail in archivio)

* * VITTORINO G. - Commenti Trovo il vostro lavoro straordinario, peccato che mi sono già laureato  perché mi sareste stati di enorme aiuto. Adesso vi seguirò per cultura personale. Nel frattempo continuate il vostro lavoro, ho una bimba di un anno e tra qualche anno potrebbe avere bisogno di voi. Vittorino G.- (e-mail in archivio)

* * LUCA  MOLINARI - . Sei  straordinario per il lavoro che fai! Ma non c'è proprio nessuno in Italia o nell'Unione Europea che spenda due lire per quello che fai! Possibile che finanziamo partiti a conduzione famigliare e giornali che nemmeno chi scrive legge, e non c'è una lira per siti come il tuo? Farò pubblicità al tuo sito difendendo la tua causa. Pensa che l'anno passato (2000-2001) ho inserito il sito come testo di riferimento per il corso di storia pomeridiano che faccio in un liceo della mia città. Molti insegnanti (preside in primis) sono stati entusiasti, ma altri hanno storto il naso! Finale: gli studenti (i nostri veri giudici!) la "roba" del sito l'hanno letta, e hanno imparato qualcosa, mentre certi libri "didattici" hanno fatto finta di leggerli! Ciao e continua così, non mollare. - LUCA MOLINARI - (e-mail in archivio)

* * MARIELLA B. - Commenti. Sono una laureanda. Una parola sola. Grazie di esistere! - (e-mail in archivio)

**  ANTONELLA  - Mi state aiutando molto nella stesura della mia tesi di laurea in storia moderna, GRAZIE. 

* * GIOVANNI MATARESE  - " La prima velocissima sensazione che ho avuto: "questa è gente che deve amare molto la nostra Italia! Peccato che di questo genere ce ne sia sempre meno!" Sursum corda!  Giovanni. - (e-mail in archivio)

* * GASPARE MOLLICA - "Lei dà una grande lezione ai compilatori dei CD multimediali, che spesso sono "tanto fumo e poco arrosto". E' con iniziative come la Sua che le potenzialità dell'informatica vengono sfruttate fino in fondo: quando all'ampiezza dei contenuti si unisce l'enorme capacità di diffusione propria di Internet e la gratuità. Complimenti e auguri per la sua impresa. Avv. Gaspare Mollica - Catania - (e-mail in archivio)
(GRAZIE: SETTE GIORNI DOPO E' ARRIVATA ANCHE QUESTA...)


* * PASCUCCI - Commenti? che dire? Volendomi informare, seguitavo a procurarmi i tanti pubblicizzati CD, che non mi hanno detto mai niente. Sono didascalici, servono solo a chi già conosce la storia, non spiegano un bel niente, anche se mettono foto e filmati. Poi ho scoperto il tuo ciclopico lavoro, e qualcosa ho capito. E tutto gratis!  Ma ti devo dire la verità, anche i CD erano gratis. a procurarmeli era un mio amico che lavora nel riciclaggio del differenziato. Adesso ho capito perché me ne procurava così tanti, perchè quelli tutti nelle immondizie vanno a finire!. Tu hai almeno il vantaggio di non andarci, e non è poco. Se poi a qualcuno  non gli va, basta che faccia un click senza spendere soldi inutilmente.  Avanti così. Sei grande! Un ringraziamento e tanti saluti, che meriti entrambi. (e-mail in archivio)

* * FRANCO A. - Sono uno psichiatra e ho visto con molto piacere le sue belle pagine che ho trovato estremamente interessanti. Trovo che Lei abbia il raro dono della sintesi e la ancora più rara capacità della didattica, la capacità di spiegare in maniera semplice le cose più difficili. Ho visto con molto  piacere come ha trattato nella sua "Storiologia" (in 26.100 anni fa)  i disturbi mentali sfrondando tutto il ciarpame che diffonde informazione falsa (ma alla moda) e quindi patologia. Le invio i miei complimenti, ma credo che un piccolo sforzo debba essere fatto per limare un poco la forma, perchè un opera così interessante lo merita. (e-mail in archivio)

** MAURIZIO C. - Carissimo Franco, sono un professore di Storia. Credimi il fatto di poter accedere al tuo pozzo senza fine di notizie mi ha reso molto più divertente la fatica e mi ha fatto scoprire una quantità incredibile di cose che non conoscevo, lo stile è davvero naif, ma quello che conta è l'umanizzazione di un passato che non è più massacrato dal peso di un'erudizione specialistica sempre più sterile, ma è sviscerato nella sua quotidianità, a volte grottesca e a volte sublime, ma sempre vera, come appare dal tuo modo di esporla. Solo internet poteva permettere una raccolta di dati così vicina allo svolgersi naturale del vissuto come quella che stai -da solo- tentando di organizzare, e solo internet poteva creare il "folletto" capace di una simile impresa. Spero di poter contribuire anch'io alla tua incredibile fatica. Spero di farmi vivo presto con qualche contributo intelligente. Maurizio.  (e-mail in archivio)

* * FRANCESCO M. - Cosa dirti? che mi hai stregato. Quelli di Neapolis cinque giorni fa hanno fatto vedere il tuo sito. Proprio perchè era così semplice il titolo, www."Storiologia", per curiosità dopo un paio di ore l'ho cliccato. Ebbene dopo cinque giorni sono ancora qui, faccio sempre  mattina, e chissà per quanti giorni. I tuoi titoli in tematica, così quelli nei vari anni, sono magnetici. E sai cosa ti dico, ho tanti libri, ma non ho mai letto tanto così, e così volentieri, e non ho mai imparato tante cose. Bravo! Bravo! Bravo!. Non mi sono mai sognato di scrivere a un autore di un sito, ma tu te lo meriti proprio. Dici di essere naif?  Alla faccia di tanti accademici!!!!! Ti sono veramente amico. Ciao  (e-mail in archivio)

* * STEFANO FRATINI - Hai tutta la mia solidarieta' per l'amarezza che provi nel vederti piratare il tuo sito e non riuscire a tutelarti. Rimane pero' il fatto che tu hai messo su un sito unico in tutto il mondo, e questa mi sembra la cosa piu' importante. Da' retta a me, non smettere o la rete rimane priva di un' opera unica, gigantesca, geniale e insostituibile, per la quale tutti dobbiamo ringraziarti. Ciao, Stefano F.- Ag. Ansa.  (e-mail in archivio)

** ALESSANDRO T. - Commenti - Trovo l'idea geniale, interpreti nel modo migliore lo spirito del web. I maggiori pregi sono la polifonia e la facile accessibilità. Si presenta quasi come un grande gioco di società. Colpisce al cuore la lobby degli intellettuali, smentendo nei fatti l'idea che un'opera enciclopedica possa essere costruita solo dagli esperti e da chi ha ricevuto solenni investiture dalle alte sfere accademiche. E' un servizio di base, costruito dalla base. Valorizza le esperienze e le passioni individuali. Di pregi e alcuni difetti ne parleremo appena esaminerò con attenzione tutto il sito; spero che nel mio piccolo di poter contribuire. Saluti. Alessandro.  (e-mail in archivio)

* * VINCENZO A. del CNR - - "FAVOLOSO!!!! Da quando visito qualche sito Internet, non ho mai sentito il bisogno di scrivere all'autore. Ma questa volta veramente mi sento spinto a farlo...sì, perchè vorrei complimentarmi per la splendida realizzazione. L'idea progettuale è unica, per la potenzialità di sviluppo che ha in sè. Pensate, non navigo nei "siti storici"...ma nel vostro ci sono arrivato per caso cercando notizie sulla vitamina C e mi è apparso il vs. link; incuriosito l'ho richiamato ed ho letto velocemente le poche pagine. Mi è piaciuto così tanto lo "stile" semplice-conciso-essenziale che ho cercato di risalire la corrente andando a ritroso...e mi si è aperto un MONDO FAVOLOSO DI NOTIZIE. Un sito veramente fatto bene per chi come me cerca qualche informazione estemporanea. GRAZIE  non so che altro dirvi. Bravissimi e originali....perchè non so e, nemmeno credo, esista qualche altro sito che tratti simili argomenti in modo così completo ed esauriente (specie dopo che sarà ultimato)!!. Un cordiale saluto che vuole esprimervi tanta ammirazione, poichè nella rete si trovano tante notizie di poco pregio..e, PER FORTUNA, alcuni siti ben fatti ed interessanti come il vostro. Buon lavoro. Vincenzo.  (e-mail in archivio)

* * LUCA - Roma, - Oggi ascoltavo "Neapolis" su RAI TRE e ho sentito parlare di storia: interessandomi l'argomento, mi sono appuntato il Vs. sito, poi mi sono connesso: E' un'opera a dir poco straordinaria, ma non c'è altro da aggiungere. Una sola persona poi!  Tanti la penseranno come me, che sarebbe perfettamente lecito se tu ti aspettassi un lauto, giusto e pronto ritorno economico. Paghiamo tante tasse disoneste, un canone per una televisione che vale poco, compriamo molte riviste inutili, che poi risulta strano passare tempo imparando gratis da un sito tale! Grazie ancora, dunque, caro "folletto", e aspetto impaziente tue ulteriori migliorie. Luca (e-mail in archivio)

** MARCO T. - Commenti?! - Sono entrato nel tuo sito per caso, ci sono uscito dopo quattro ore! E da allora ogni giorno è così. Non ho visto ancora tutto (è sterminato) ma mi sento in dovere di esprimere un giudizio. Cercavo un aggettivo, ma il migliore complimento che ti posso fare Franco è INCREDIBILE!!!(e-mail in archivio)

** ANNAMARIA B. - - Un commento al vostro sito? Non ci sono parole per esprimere l'ammirazione per il grande lavoro che avete svolto sicuramente con tanta passione. Solo grazie di esistere. Una critica? E' talmente interessante che il tempo passato in vostra compagnia passa troppo velocemente! Complimenti.(e-mail in archivio)

** LAURA B. - - E' raro leggere qualche onesto scritto sulle donne fatto da uomini. Le tue pagine sul femminismo?. Tutte le donne te ne devono essere grate. Non potevi essere così perfetto. Non ti devi scusare per essere naif, hai centrato la sostanza. Ti do' un consiglio, non correggere nulla! Il tuo sito è fantastico così com'è. Non avevo mai letto niente di simile da tanti saccenti divulgatori di "cultura" (!?) !! Sei unico! Bravo! GRAZIE! (e-mail in archivio)

* * ALBERTO A. - Commenti: Uno solo! Io non avevo mai capito cosa fossero gli anni '60 ... il tuo sito me lo ha spiegato. Grazie !!! Alberto P. (e-mail in archivio)

* * FRANCIA - COLETTE M. - Sono francese ma di origine italiana. Sono capitata per caso nel tuo sito. Quando sono arrivata alla Rivoluzione Francese, sono rimasta sbalordita. In Italia ho fatto gli studi, ma mai nessuno mi aveva spiegato così bene questo grande evento europeo, i fatti, i personaggi. Ne ho anche parlato a miei amici francesi. Ti fanno tutti i complimenti!. Fra l'altro il tuo sito compare in un importante portale parigino. L'unica cosa stonata: ma chi ha tradotto il memoriale di Napoleone, un'analfabeta? sembra scritto in bergamasco; eppure Las Casas lo scrisse in un perfetto francese. Ne ho anch'io una copia.  (e-mail in archivio)
(CARA, PURTROPPO CHI LO HA TRADOTTO IN ITALIANO FORSE USAVA IL BERGAMASCO!! E IO NON POSSO MODIFICARE QUELLO CHE E' STATO SCRITTO. E SE SAPESSI COME SCRIVEVANO L'ITALIANO SOLO CINQUANT'ANNI FA. SOPRATTUTTO I PROFESSORI)

* * RICCARDO B. - Sono contento di essermi imbattuto nelle tue pagine, con la tua semplicità mi hai fatto capire un sacco di cose. Ma proprio tante! Ma la fortuna più grande é quella di avere  incontrato in rete una persona come te; ti sento amico.  Sei rigido nel raccontare fatti e personaggi che io fino a ieri credevo - belli buoni e "umanitari" - e nello stesso tempo sei indulgente con coloro che io fino a ieri credevo dei gangster, come ce li hanno sempre raccontati. Mi stai dando una lezione di vita, perchè  la tua obiettività - e si sente che è uscita dalle tue drammatiche esperienze - mi fa capire che vivendo "dentro" le grandi tragedie non si può essere nè cattivi ma neppure troppo indulgenti nel nascondere quello che si dovrebbe una buona volta sapere. - Sei andato a finire sul forum di informagiovani di Roma - e lì che ti ho scoperto - e a quanto pare i commenti sul tuo sito riflettono queste mie impressioni. - Spero un giorno di fare la tua conoscenza. Per il momento Grazie, e con sincera  ammirazione un carissimo saluto: Riccardo  (e-mail in archivio)

* * Pietro Cucco - Este -  Alla cortese attenzione del gentilissimo signor Franco Gonzato autore del sito "Storiologia".  Avendo ottenuto il permesso dal Sindaco di posare una corona davanti al monumento del ns. Comune " Carceri Pd" nella ricorrenza dell' 8 Settembre 1943. Trovo appropriato e opportuno portare alla conoscenza della cittadinanza i fatti storici adiacenti e scritti da Lei nel Suo sito che abbiamo ritenuto "i più obiettivi" fino ad oggi letti.  Pertanto Le chiediamo gentilmente il permesso di poter stampare e far vedere in pubblico le pagine del sito in questione. RingraziandoLa fin d'ora per la gentile concessione e/o collaborazione invio i miei più sinceri auguri di buon proseguimento nell'opera colossale che sta compiendo. Pietro Cucco - Este.  (e-mail in archivio)

* * CIRO PUGLISI - GEOCITIES - Salve, volevo informarla che le votazioni con la quali i nostri utenti hanno eletto il sito dell'anno 1998 si sono concluse ed il vostro sito si e' classificato in 3a   posizione. E' pertanto linkato, come potra' vedere, dalla pagina principale de "I MIGLIORI SITI ITALIANI".  A presto e buon lavoro.  Ciro Puglisi - GEOCITIES (e-mail in archivio)

* * TBF _ OBIONE - Commenti: Intendo semplicemente farvi dei sinceri complimenti. E' il sito piu' interessante che io abbia mai visitato nella mia carriera di Navigatore (dal 1994). Complimenti veramente... TbF!!! (e-mail in archivio)

* * GIANFRANCO M. - Non sono in grado di dare un contributo significativo a questo sito che definirei "monumentale" (nel senso positivo del termine). Colgo invece l'occasione per esprimere tutta la mia gratitudine nei confronti delle persone che hanno realizzato questo sito così intelligente e piacevole, che attraverso uno scorrere fluido e continuo del passato, con l'occhio che comunque guarda il presente e il prossimo futuro, eleva la Storia da materia spesso noiosa e nozionistica, a frizzante strumento intellettuale che talvolta ci aiuta a comprendere un po' meglio gli umani comportamenti. Sinceramente..., grazie. -: Gianfranco M.  (e-mail in archivio)

* * MIRO' - Commenti: cari ragazzi, in questo pornomondo fa piacere accorgersi di voi e dei vostri destri cervelli.ho navigato con interesse tra le vostre pagine un sentito ringraziamento ciao e bona notte.  Trovato il sito:virgelio (e-mail in archivio)

* * ALDO unive.it - Commenti: Complimenti un lavoro eccezionale e ben curato, auguri per  un'ulteriore sviluppo del sito.Distinti saluti. - Trovato il sito:: In una rivista che però non ricordo il nome.

* * FRANCO VERLICCHI - Utilizzo internet da qualche anno, ma il vostro é di gran lunga il sito migliore che ho visto per completezza e chiarezza. Sono medico, e uso internet per trovare argomenti nel mio campo specifico,  ma vi assicuro che non ho visto nulla di nemmeno lontanamente paragonabile. Ci tenevo a comunicare il mio apprezzamento. Complimenti davvero. Franco. (e-mail in archivio)

* * MARGHERITA BARBIERI - Sono un'insegnante di liceo. Complimenti per il bellissimo sito e per il lavoro fin qui fatto. Ritengo molto utile la consultazione di siti come il vostro. Grazie.

** GIORGIO P. - 15-05-99 - Non chiedi nulla, non vuoi nulla, non fai pubblicità di nulla, dici di essere naif, ma io non riesco più a fare a meno del tuo sito, mi ci perdo dentro e non ne esco mai fuori. Ogni pagina non deludi, si impara sempre qualcosa.  Alla faccia di chi crede che per farsi vedere in rete c'è bisogno di mettere qualche culo e qualche tetta in prima pagina. Ti ringrazio e sono perfino commosso della tua generosità. Ciao. Era mio dovere scriverti e ringraziarti. Cosa che non mi sono nemmeno mai sognato di fare con altri.  (e-mail in archivio)

* * ANGELA BRUSCHI  - Commenti: vorrei ringraziarvi: grazie al vostro sito mi è stato più semplice affrontare l'esame di storia contemporanea! Se avete bisogno di aiuto per compilare o inserire notizie tramite rete contattatemi! Trovato il sito:: lettere1.lett.unitn.it (e-mail in archivio)

* * ALBERTO DONDONA - Ciao Franco, Grazie per aver pubblicato i miei piccoli contributi storici. E' un onore per me fare parte di un sito così interessante. E' come avere una sorta di macchina del tempo. Ormai passo le serate a navigare nel passato che, a volte, è più affascinante del presente e comunque ci aiuta a capirlo meglio. Ho 29 anni, sono laureato in Scienze Politiche, lavoro come ricercatore per la Reg. Piemonte e, a differenza di molti coetanei, ho una grande passione per la storia. Ancora grazie e spero d'inviarvi presto qualcosa d'altro. Saluti Alberto. (e-mail in archivio)

* * ELVIO MANSO - Grazie per il vostro utilissimo sito! Se non lo aveste costruito voi avrebbero dovuto inventarlo. Grazie ancora e complimenti!. Buon lavoro. Elvio.(e-mail in archivio)

* * MAURO ANTONIELLI - E' incredibile, questo è il sito più interessante che mi sia capitato di trovare in Internet. Penso che ci passerò molto tempo. Grazie di cuore per il lavoro che state facendo!Ciao. Mauro. (e-mail in archivio)

* * ROBERTO MINENI - Commenti? Non ci sono parole è senza dubbio il miglior sito che mai abbia visitato. Buon lavoro. Roberto (e-mail in archivio)
 
* * FRANCO DI GIAMBERARDINO - Commenti: E' TUTTO VERAMENTE MOLTO INTERESSANTE , CREDO SIA IL MOMENTO PER RICOMINCIARE A STUDIARE '' STORIA '' NELLA MANIERA PIU' BELLA ...GRAZIE PER QUELLO CHE FATE. VI FARO' GRANDE PUBBLICITA'. FRANCO. (e-mail in archivio)

* * ROBERTO MINENI - Altro che Commento! E' fantastico! L'ho scoperto  da due giorni ma da allora é come se tutto il resto non esistesse. Grazie ancora. Roberto.(e-mail in archivio)

* * MASSIMO NAPPI - Commenti: E' raro incontrare sulla strada della navigazione informatica un sito che risponda pienamente alle proprie curiosità. Da poco tempo mi sono appassionato di storia, compero libri, consulto riviste, ma non ho riferimenti. Esiste qualche associazione? Qualche circolo? Non lo so. Un limite del vostro bellissimo sito forse è che non riporta queste utili notizie. Poca cosa rispetto all'ottimo lavoro, sia quantitativo che qualitativo (esteticamente le pagine sono piacevoli da consultare), che state svolgendo. Grazie dello spazio messo a disposizione. Massimo. Trovato il sito:: su canali di IOL. (e-mail in archivio)

* * BARBARA M - Commenti: Non vi faccio i complimenti ma bensì i COMPLIMENTONI!!!!!!! Il vostro sito è molto bello ed interessante. Poi, grazie alle vostre immagini, riesco a rallegrare le giornate tristi di molti miei amici di posta elettronica. Trovato il sito:: tramite un amico

* * FABRIZIO MANGATIA - Commenti: Assolutamente fantastico, lavoro ciclopico, veramente ben realizzato, una tappa obbligata per il navigatore. Complimenti vivissimi. Fabrizio Mangatia

* * PIER GIORGIO GIACCONE -- Commenti: Lavoro modesto? Beh, al bando la modestia. Sono rimasto esterefatto dalle notizie storiche cosi' ben integrate e comparate con riferimenti attuali! Prenoto una copia del volume e Vi invio a stretto giro di posta l'A/B. Complimenti e spero di rimanere in contatto! (e-mail in archivio)

* * TITO VALENTINI - Il Commento é Complimenti! Siete bravissimi! E' il miglior sito che io abbia mai visitato. Ancora complimenti e ciao. (e-mail in archivio)

* * CLAUDIO CORRADINI . -Commenti:   ho appena terminato di leggere la premessa relativa al capitolo Hitler-Mussolini. Sono rimasto favorevolmente colpito dalla "condizione sensibile". Anch'io ho un mio libro, in questi giorni nelle librerie di tutta Italia. E' stato pubblicato qualche mese fa ma esce in questo periodo con la grande distribuzione ed è completato da un Cd Rom/Audio. Gradirei che Lei lo leggesse. Dove lo posso inviare? Ancora saluti e complimenti. Claudio Corradini (e-mail in archivio)

* * SSOLAS - E' la presenza di gente come voi che arricchisce la rete. Bravi e grazie, un saluto.  Ssolas (e-mail in archivio)

* * FONDA BRUNO - - Commenti: Altro che lavoro modesto!!! E' una vera e propria enciclopedia da sfogliare con ingordigia! COMPLIMENTI !!! Se possibile, prego inviarmi n. 2 (due) copie del cd. - Grazie - Con l'occasione tanti auguri di Buone Feste. (e-mail in archivio)

* * FABRIZIO BONALUMI - Commenti: La parola magica è "passione" e si vede. E' il più bel sito del mondo. Siete stati grandiosi! Auguri. (e-mail in archivio)

* * DON GIANNI GRULLI -  Davvero le mie più sincere felicitazioni e i complimenti per il lavoro importante compiuto. Lei è il nuovo amanuense del 2000. Auguro di cuore un sereno inizio e proseguimento, per quanto la Provvidenza ha stabilito, del nuovo terzo millennio.  Con simpatia, don Gianni. (e-mail in archivio)

* * ARALDO ARALDO Commenti: Un bel sito, davvero.Questi sono i progetti utili in Internet. In molti dovrebbero prendere esempio. BRAVI! (e-mail in archivio)

* * CIRO PUGLISI GEOCITIES - - Siamo felici di comunicarvi che nell'intento di premiare chi diffonde l'immagine dell'Italia su Internet abbiamo designato www."Storiologia".it MIGLIOR SITO ITALIANO del mese. A partire da oggi troverete il vostro sito recensito nella pagina principale dei Migliori Siti Italiani: Auguri. (e-mail in archivio)

* * ALESSANDRO ACCIAI - Commenti: sono rimasto incantato dal vostro lavoro! Non ho avuto il tempo per sfogliarlo come si merita, ma me lo sono segnato! buon 1999, e a risentirci. Trovato il sito:: cercando su "alta vista" la voce "Stalingrado". (e-mail in archivio)

* * BERTA BUTTARAZZI - Volevo sapere la  "Storia" e la lista dei SINDACI del comune di Roma. L'ho trovata nel vostro sito -  e pensare che io vivo a  Roma! -   e mi ha accontentato. Grazie in anticipo e saluti Berta. (e-mail in archivio)

* * CHRISTIAN BASSO - Commenti: Un lavoro sicuramente modesto? Ma state scherzando? Mi presento: sono uno sporadico navigatore che ogni tanto, surfeggia tra le pagine web. Oggi mi é capitato di visionare il vostro sito. La struttura é così accattivante che la tentazione di leggere tutto - e di passare ore ed ore - é davvero forte. Insomma: il vostro indirizzo web meriterebbe di essere incluso nei bookmarks di qualsiasi navigatore di Internet. Ragazzi, finora siete i migliori! (e-mail in archivio)

* * FRANCA FRELI - "= Milioni di anni di complimenti.! Il vostro è il più bello, interessante, coinvolgente sito che ho visitato. Speriamo di vedere presto anche gli altri anni. Per ora, grazie. Franca.

* * ELIO DI BELLA - Complimenti il vostro lavoro é davvero eccezionale. Lo userò certamente nel corso delle mie lezioni di storia e di filosofia. Saluti Elio. (e-mail in archivio)

* * SIMONA NICOLE - Grazie! Sto utilizzando alcune tue informazioni per la mia tesi di laurea in Lettere, indirizzo Cinema. Il sito "Storiologia" mi è stato utile per inquadrare l'opera di un regista nella cultura degli anni di produzione dei suoi film. Il tuo sito è stato prezioso! E' bellissimo, complimenti. Grazie ancora!  Simona. (e-mail in archivio)

* * VINCENZO CICELLIN - Sono lieto di cyberconoscere persone di tanto coraggio e che ....osano!! Complimenti, grazie a nome di tutti coloro che capiscono ed anche di coloro che non capiscono ma che come abitanti di questo pianeta ne trarranno vantaggi. Grazie e ancora complimenti. Vincenzo.

* * LUIGI CAPUTO - GO!ONLINE - Ho ricevuto la sua Pruriagenda, e non posso far altro che complimentarmi per il lavoro svolto, che ritengo sia un privilegio non indifferente regalato a noi tutti. Il tempo scorre e lei ha avuto il merito di farlo passare un po' più lentamente, se non altro perchè é riuscito a dare a tutti i lettori la possibilità di riflettere su questo pazzo mondo, spesso troppo vecchio e spesso troppo giovane. Inserirò nel mese di aprile sulla rivista Go!online un riferimento alla sua opera. Saluti Lugi.

* * VINCENZO CICELLIN - Sono stato davvero lieto di scoprire il tuo sito, che in qualche modo, mi ha dato la conferma di aver incontrato una "bella" persona e di essere entrato in contatto finalmente con il "senso" della rete. Vincenzo.

* * MARIA ZIONI -  E' testè uscito un manuale sul Novecento del prof. Gioanola, (Gioanola, IL NOVECENTO, Colonna Edizioni, L. 23.000, pagg. 243) del quale ho curato l'apparato didattico: "Storiologia", glossario, mappe storico-concettuali. Il vostro sito, oltre a essere simpatico e interessante, mi è stato utilissimo per integrare la "Storiologia" del '900. Grazie- maria

* * FRANCESCO CONTINI   - Toronto, Ontario CANADA'  23-03-99 - Un sito fantastico!!!! Grazie.

* * DAVILDAN - Grazie per le vostre utilissime informazione. Mi sono state molto utili e non saprei cosa avrei fatto senza di voi

* * MARCELLO COPPETTI  - Commenti:  Sono un giornalista in pensione. Ho avuto vostro indirizzo sito WEB da un amico. Ho potuto appena dargli un'occhiata. Bravo. Ti sarò più dettagliato quando avrò visto tutto. Mi interessa la prima e terza parte di Cossiga e il suo piano di emergenza 1978.Saluti e grazie. Marcello.

* * ROBERTO NICOLA -   Commenti: Salve! Sono molto affascinato dai contenuti del sito e credo che potrei esserlo ancor piu' da quelli del DVD.. Pertanto ve ne chiedo  a riceverne due copie. Complimenti per l'iniziativa e grazie. Trovato il sito:: Facendo una ricerca sulle eclissi. Saluti Roberto.

* * FILIPPO CASTELLO - Commenti: Complimenti ! ! Un lavoro entusiasmante ! Trovato il sito:: Computer - la Repubblica.

* * ENRICO PANIMOLLE -   Commenti:  Che idea ragazzi ! Sono sbalordito e ammirato dal vostro temerario entusiasmo. Per favore inviatemi anche il  CD. Saluti. Enrico.


ringrazio, ma migliorerò ancora !

non dimenticate che è tutto gratis e fatto da una persona sola !!!!

Un anno fa avevo pensato di chiedere uno dei tanti contributi per i Progetti culturali tecnologici. Mi hanno mandato alla solita "parassita" Società di Consulenza, che però mi ha chiesto 5 milioni per mettermi  tra i tanti  aspiranti richiedenti (una "riffa e arraffa" che  "curano" loro).  Ho detto a loro buongiorno e arrivederci. Poi uscendo mi sono perfino vergognato di averlo detto. Non meritavano un "buongiorno" tanto meno un "arrivederci",  ma qualcos'altro.


se vuoi scrivermi anche tu qualcosa - grazie ! anche critiche - altrimenti dicono che mi autocelebro

 

COLLABORATE ANCHE VOI CON "STORIOLOGIA"
CON LE VS. IDEE, PENSIERI, CONOSCENZE, ESPERIENZE
e anche critiche....

storiologia@storiologia.it

HOME PAGE STORIOLOGIA