VOCI STORICHE
di ieri e di oggi

Questi sono i drammi della storia,
vanno riascoltati:
un monito per tutti gli italiani,
per non restare inerti e silenti di fronte alle dittature.


a fondo pagina


a fondo pagina il resto
MA COSA DICEVA PRIMA DEL REFERENDUM.....??

Il 14.11.2016 alla sua conferenza stampa a Palazzo Chigi Renzi usò toni duri con l’Europa sui soldi da spendere e si presentò eliminando alle sue spalle la bandiera europea, prendendo le distanze dalle sue istituzioni. Alla faccia degli art. 6 e 7 del Decreto del Pres. D. R. del 7-4.-2000, che obbliga l’ esposizione della bandiera europea.
Renzi paradossalmente (!!!!) incassò applausi dal Front National di Marine Le Pen.

 

TOLSTOJ - 1910 - " ....Tutte le felicità si assomigliano, sole le infelicità sono diverse"

GUGLIELMO MARCONI "il mio primo esperiemento sulla radio" >>>>>>>>>>>>>>>

HITLER - 1939 - " La mia guerra è umanitaria...per il diritto" (Humanen kriegfuhrung)

HITLER - 1939 - "...o altrimenti la Polonia ce la prenderemo da soli..."

PIO XI - 1938 -Il Pianto del Papa "siamo in ansia, una minaccia di altre stragi si avvicina..."

VITTORIO EMANUELE III - 1939 " Nessun dubbio sfiora la mia mente..."

CHURCHILL - 1940 - " Combatteremo in terra, in mare, in cielo, non ci arrendermo mai ! "

ELISABETTA e Margaret - 1940 - (nei bombardamenti) "Bambini, siamo qui con voi, Buonanotte!!"

MUSSOLINI - (9 maggio 1936) " L'Italia ha finalmente il suo Impero " >>>>>>>>>>>>>

MUSSOLINI - 1940 - "Un ora segnata dal destino batte nel cielo della nostra Patria..." > > >

 

Vedi in rete altri "Discorsi di Mussolini" > >
La mimica di Mussolini nei discorsi > > > >



PIO XII - 1943 - "in questo tremendo momento, ponete termine all'immane conflitto...."

SANDRO PERTINI - 1945 - "... sciopero generale.... tutti uniti contro i tedeschi...."

ALCIDE DE GASPERI - 1946 - Discorso alla vigilia delle elezioni del 2 giugno.

PALMIRO TOGLIATTI - 1948 - "...nel '46 dovevamo prendere per il collarino il Re....."


PAPA GIOVANNI XXIII - 1958 - "... tornando a casa date una carezza ai vostri bambini..."

IL "SESSANTOTTO" - 1968 - In diretta dalla piazza "...ragazzi facciamo paura...."

IL "SESSANTOTTO" - 1968 - La canzone del "68", della contestazione giovanile

IL "SESSANTOTTO" - 1968 - Pasolini "...avete facce di figli di papà, buona razza non mente..."

GIORGIO ALMIRANTE - 1969 - Appello alla vigilia delle imminenti elezioni

ENRICO BERLINGUER - 1970 - "Ci vuole un governo di unità nazionale ...." "LA QUESTIONE MORALE"

GIUSEPPE SARAGAT - 1971 - Discorso di Capodanno alla Nazione.

BETTINO CRAXI - 1976 - Elezioni "... il nostro impegno è... questo... e questo ......."

ALDO MORO - 1978 - " ...Io temo l'emergenza.... cosa accadrà se domani...."

ALDO MORO - 1977 - "Io Presidente della DC?; una delusione, una carica che conta nulla!!"

ALDO MORO - 1977 - " ...a questo punto non mi resta che passare all'opposizione ....."

ALDO MORO - 1978 - "Qui le BRIGATE ROSSE il corpo di Moro si trova in via Caetani....."

JOHN F. KENNEDY - LUTHER KING - "RON PAUL: "No guerra in Irak" - (sottotitolati in italiano) > > >

BERLUSCONI (24/6(10) (il "Kapo") al Parlamento Europeo. - "Che figuraccia !!!!!" > > > > > >

CHE GUEVARA "Discorso sull'Imperialismo" > > > > > (sottotitolato in italiano) > > > > >


CRAXI: AL PROCESSO CUSANI: FINAZIAMENTO ILLEGALE: "COSI' FACEVANO TUTTI"


su You Tube .... (se ancora in rete)


BOTTE DA ORBI - Un clima di terrore " - "che bel Paese civile !!! " > > > > > >


BERLUSCONI: (9/11/11) "Ma quale crisi, siamo un paese di benestanti, i ristoranti sono pieni > >

MATTEO RENZI - Gen. 2015: "Le famiglie italiane si stanno arricchendo" > > > > > > >

MATTEO RENZI - (Scalea 31-3-14) "per partecipare (e applaudire) ai comizi ci vuole il pass" > >


DELLE (SCOTTANTI) CONSIDERAZIONI SULLE IDEE DI DRAGHI > > > > > > > > > >


BEPPE GRILLO ( 14 nov 2011 ) cI spiega il "signoraggio bancario" > > > > > > >

UNO "STATO" SPACCIATO PER "ITALIANO". Ma di chi é ?? > > > > > > > > > >

LE BANCHE E LE MONETE - Per capirci qualcosa, segui il video > > > > > >

BERLUSCONI VISTO NEL MONDO (SATIRE E PETTEGOLEZZI -- N. 1 > > > >


BERLUSCONI VISTO NEL MONDO (SATIRE E PETTEGOLEZZI -- N.2 > > > >


BERLUSCONI " SUA MAESTA' " ( il revival ventennale ) > > > > > > > >

BERLUSCONI - SFURIATA CON UN GIORNALISTA > > > > > > > > > > >


BIANCOFIORE "show delirio; una strabiliante difesa di Silvio" > > > > > > > > > > >

MERKEL risponde riguardo a "Culona inchiavabile" di Berlusconi > > > > > > >

E A PROPOSITO, BERLUSCONI E LE ATTENZIONI ALLA VIGILESSA > > > > >

DIEGO FUSARO: ".... la distruzione di un intero popolo sull'altare delle banche" > > > >

11 APRILE 2016 - Renzi - Davigo: Sfida tra politica e giustizia? > > > > >

RAGGI VERSO LA CONQUISTA DI ROMA MENTRE A NAPOLI RENZI....> > > > >


ALESSANDRA MUSSOLINI "Grillo si deve sciacquare la bocca quando parla del Duce" > > >

ISRAELE , LA POPOLAZIONE PIU' RICCA E TECNOLOGICA DEL PIANETA > > > >

PUTIN E LA RUSSIA: Un discorso che dovrebbe far riflettere l'Europa in declino > > >

RENZI ad Arcore; ma va a cosa fare? " 11 dic 2013 ) > > > >>>>>>>>>>>>>>>>>>> >


BOTTE DA ORBI - L'italia sta colassando? Basterà un morto e sarà rivoluzione > > > > >


PADOVA (Gen 2013) "CONTESTANO ? " - " Fracassiamoli !!!! " > > > > > > >


BOLOGNA ( Nov 2015 ) "Una Bologna molto movimentata, esplosiva" > > > > > > > >


BEPPE GRILLO (nov 2012) " le migliori battute " > > > > > > >

BEPPE GRILLO ( 23 marzo 2008 ) "I nostri parlamentari; i condannati > > > > >

BEPPE GRILLO ( 24 maggio 2012 ) La SCUOLA e le pastiglie per studiare > > > > >

IL FILM (completo) CENSURATO (Previsioni sul futuro; molto scomodo per i potenti > > > >

UNA STUDENTESSA ITALIANA CON UN DISCORSO SHOCK (da non dimenticare!!) >>>>>>

UN ORA E MEZZA (di rivelazioni "calde") DI P. BORSELLINO (prima dell'uccisione) > > > >


GRILLO a "Porta a Porta" ( 50 minuti ) >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>Z>>>>>>>>>>>>


GIORGIO NAPOLITANO - IL NUOVO ORDINE MONDIALE ( da ascoltare tutto ) > > > >

G. TREMONTI - IL GOVERNO BCE E LA SOVRANITA' NAZIONALE (CLAMOROSO !! ) > > >

MARIO DRAGHI (21. Apr. 2016) "noi non obbediamo ai politici" > !!!!! > !!!!! > !!!!! >

MARIO DRAGHI ( e Monti, Prodi ) ma chi é ? > > > > > > > > > > >>>>>>>>>>>>>


G. TREMONTI - "La BCE stampa moneta e ingrossa il debito pubblico" (il meccanismo) > > >


Il professor PADOVANI spiega la truffa del debito pubblico > > > >


Il SIGNORAGGIO spiegato ai bambini (come ci si indebita) > > > > > > > > > > >


BEPPE GRILLO " ve lo spiego io cos'è il SIGNORAGGIO > > > >


MERKEL a RENZI " Non si cambiano le regole ogni 2 anni, La flessibilirà ha un limite > > > >


GALIBERTI "perche in Italia non scoppia la rivoluzione? La Rassegnazione giovanile > >

 

SALVINI - CE L'HA CON I NAPOLETANI > > >

 

SOLO IERI......

BERLUSCONI: Vi prometto che ..........................
"ELEZIONI 2018 - MI CANDIDERO' PER IL PROSSIMO ANNO

E SARO' PRESENTE FINO AL 2022 - "e farò lo stretto di Sicilia") ( Alzheimer permettendo )

RENZI: " SE PERDO AL REFERENDUM NON VADO SOLO A CASA MA SMETTO DI FAR POLITICA"

" IO NON SONO COME TUTTI GLI ALTRI " !!!!!!!!!!

RENZI: 2012: "ELIMINARE I VITALIZI, ELIMINARE I VITALIZI , ELIMINARE I VITALIZI,
ELIMINARE LE SCORTE (per andare.... a far la spesa). DIMINUIRE LE INDENNITA'

 

 

 

RENZI_ 12-12-2013 - diceva le stesse cose di DI MAIO oggi !!!!!!!!!!!
RENZI: BISOGNA ABOLIRE LE PENSIONI D'ORO, RISPARMIAMO 12 MILIARDI

 

BOSCHI: " SE VINCE IL NO AL REFERENDUM, LASCIO LA POLITICA"

ALFANO: "SE NECESSARIO REQUISEREMO LE PROPRIETA' PRIVATE PER I MIGRANTI"

BOLDRINI: "NON FERMEREMO GLI SBARCHI GLI ITALIANI DEVONO RASSEGNARSI"

BOLDRINI: "GLI ITALIANI SUGLI IMMIGRANTI SONO IGNORANTI, NON CAPISCONO NULLA"

BISOGNA ADOTTARE LA CULTURA DELL'ACCOGLIENZA !!!!!!!!!!!!!!!!!!
PRESTO IL LORO STILE DI VITA SARA' NOSTRO , GLI IMMIGRANTI SONO UN AVANGUARDIA

BOSCHI: " aggredire il contante presente nelle case degli italiani"

BOSCHI: A Cesare quel che è di Cesare.

ALLAH E' GRANDE !!!

PROFUGHI: SIAMO QUI PER PRENDERCI QUELLO CHE VOGLIAMO.......


DATECI LE VOSTRE DONNE !!!

""""""" ....."QUI DOBBIAMO FARE FIGLI !!!!!!!! QUA CAMBIEREMO TUTTO !!!

".....PORTIAMO CULTURA !!!!!!!!!!!!!!!

 

E DOMANI....???

TRUMP: "Vogliamo la pace tramite la forza !!!

 

Questi sono stati e sono tuttora le voci della storia,
e vanno riascoltati:
perchè devono essere un monito per tutti gli italiani,
anzi una supplica a non restare inerti di fronte alle dittature.

---------------------------------

ARTICOLO

POLITICI LADRI, PENSIERI IN LIBERA USCITA

VEDI > > > >

 

Dai risultati della ricerca condotta dal World Economic Forum sulla competitività globale,
di Paul Muggeridge > >

altro che Paese di benestanti ...
con le famiglie che si stanno arricchendo ....
(queste frasi sono bestemmie !!!)

 

SOCI (privati !!!!!!! )
PROPRIETARI DELLA FEDERAL RESERVE U.S.A.:
( sono quasi tutti ebrei e a capo della stessa Federal R. é Janet Yellen )


Rothschild Bank di Londra
Kuhn Loeb Bank di New York
Warburg Bank di Amburgo
Israel Moses Seif Banks Italia
Rothschild Bank di Berlino
Goldman, Sachs di New York
Lehman Brothers di New York
Warburg Bank di Amsterdam
Lazard Brothers di Parigi
Chase Manhattan Bank di NY

SOCI (privati !!!!!!! )
PROPRIETARI DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA:

(anche la banconota Euro é privata)
QUINDI NON COPIATELA ! é copyright (l'avete mai notato?)


Banca della Germania (23,40%) ( !!!! )
Banca della Francia (16,52%)
Banca d’Inghilterra (15,98%) ( !!!!!!!!!!!! )
(Paradosso: usa la Sterlina ma decide sugli Euro)

Banca d'Italia (14,57%)
Banca del Belgio (2,83%)
Banca Danimarca (1,72%)
Banca della Grecia (2,16%)
Banca della Spagna (8,78%)
Banca d’Irlanda (1,03%)
Banca Lussemburgo (0,17%)
Banca d’Olanda (4,43%)
Oesterreichische Nationalbank (2,30%)
Banca del Portogallo (2,01%)
Suomen Pankki (1,43%)
Banca di Svezia (2,66%)

 

Quindi la Banca Centrale Europea (BCE) è di fatto ufficialmente di proprietà
delle banche centrali degli Stati che ne fanno parte.

Siccome le banche centrali sono controllate da società private,
di conseguenza anche la BCE è palesemente una società privata ....
com'è del resto in Italia la ns. Banca D'Italia:

SOCI (privati !!!!!!! ) PROPRIETARI DELLA BANCA CENTRALE D’ITALIA:
Ecco l’elenco dei padroni di Bankitalia con le rispettive percentuali di azioni.
(da R & S, Ricerche & Studi di Mediobanca, 2003, pag. 1.149)".


Gruppo Intesa (27,2%)
Gruppo San Paolo (17,23%)
Gruppo Capitalia (11,15%)
Gruppo Unicredito (10,97%)
BNL (2,83%)
Banca Carige (3,96%)
Gruppo La Fondiaria (2%)
INPS (5%)
Assicurazioni Generali (6,33%)
Gruppo Premafin (2%)
Monte dei Paschi Siena (2,50%)
C. Risparmio Firenze (1,85%)
RAS (1,33%)
Anonimi (5,65%)

Tre banche da sole “controllano” con il 55,58% la Banca d’Italia:
Intesa (27,17%), San Paolo (17,44%) e Capitalia (11,14%). Rimane un 5,65% nelle mani di anonimi…
(e a dirigerla ci mettono il governatore a loro gradito - Vedi l'ex Draghi, poi andato alla BCE)
(da n. 01 del 4 gennaio 2004 di "Famiglia Cristiana", pag. 22)

ll 60% degli italiani non sa nemmeno chi è il governatore della Banca d'Italia,
e quelli che lo sanno il 90% sono convinti che sia una carica governativa e non privata,
cioé delle stesse banche - cioè i controllati sono azionisti del controllore.
Non sorprende quindi i silenzi e il "non vedo" sui recenti scandali. (Etruria & C.)
Come già detto, un sistema unico al mondo. Ndr.)
L'elenco dettagliato - AGGIORNATO - si trova sul sito web della Banca d'Italia > > >>>>>>>>

_____________________________________________

MA QUANTI EURO STAMPANO ALLA BCE ?
TUTTI I GIORNI IN TV VEDIAMO LE ROTATIVE CHE STAMPANO A GETTO CONTINUO

Mario Draghi con i tanti foglietti stampati,
punta a darli alle banche
per favorire il credito alle imprese
ma loro invece ci acquistano i bond (più redditizi e sicuri)
facendo aumentare lo spread e il debito pubblico.

(ma le incognite sono ancora tante" (
By Economix di Federico Fubini)

La BCE ? E nata sul modello della Federal Reserve dell'amica Janet Yallen
(È una struttura privata e indipendente dal governo statunitense, con finalità pubblicistiche e con molti aspetti di natura privatistica. La Fed viene considerata una banca centrale indipendente perché le sue decisioni non sono ratificate da alcun organo del potere esecutivo o legislativo).

La "solidità" degli USA delle riserve auree, sono le rotative
che stampano dollari come i giornali (50.000 fogli/ora).
( noi li stiamo imitando, le rotative ce le fanno vedere ogni giorno in TV )

 

ma Draghi é bravo !!

infatti va dicendo ( fatevi comandare da me non dai politici )

(discorso del 21. Apr. 2016) "noi non obbediamo ai politici" > > > >
"In Italia è ora di cedere la sovranità"
(e sembra voler dire ....."datela a me" )


Renzi che non ha capito nulla lo applaude. La Merkel un po' meno.
(7 agosto 2014)

SIAMO MESSI MALE, COME IN UNA ECONOMIA DI GUERRA
Le forti oscillazioni borsistiche causate dalle ultime vicende e tensioni internazionali,
sono però fonte di ingenti guadagni immediati da parte di ......( immaginatelo Voi chi )

________________________________________________

 

Desideri sapere altro?

BANCHE, BANCHIERI E MONETA - UN PARADISO PER POCHI - UN INFERNO PER MOLTI !!! > > > >

UNA ITALIA MOLTO PERMALE: Viaggio in Italia fra gli scandali, dal 1946 in poi > > > > > > > > > >

IL DEBITO PUBBLICO: Ma chi lo ha creato? (viaggio dal 1970 ad oggi) > > > > > > > > > > > > > > >

TITOLI DI GIORNALI degli ultimi anni sulla crisi - I politici fanfaroni > > > > > > > > > > > > > > > > >

 

QUANDO VI SONO DELLE ELEZIONI

In nessun paese del mondo esista una situazione del genere Negli ultimi anni, 4 presidenti del consiglio non eletti dal popolo. Ci si aspetta che il custode della Carta Costituzionale, il Presidente della Repubblica si schieri contro questo colpo di Stato ! Non c'è da meravigliarsi se gli italiani faranno poi come in Francia.

Per l’ormai ex direttore di Libero, «Renzi si è fatto una Costituzione su misura, dopo essersi fatto una legge elettorale su misura, con la quale, il capo del governo e il capo del Pd, dice lui chi far sedere a Montecitorio». «L’uomo è pericoloso per come gestisce il potere, per come lo occupa e per come lo usa contro gli avversari". Da solo si assegnerà pieni poteri: emanerà regole forti per la stampa, radioTv, ordine pubblico, sindaci (podestà) servili, ecc.ecc.

RIGUARDO ALLE ELEZIONI, Molti non votano più, per una semplice ragioni: quei candidati - che sembrano avere una certa affinità con le aspirazioni dei votanti e quindi da questi prendono il voto - passano poi con disinvoltura al quel partito che alcuni italiani non voterebbero mai. Un TRADIMENTO che negli ultimi due anni sono stati fatti - SENZA SCRUPOLI - da 165 parlamentari )
E' quindi inutile chiamare a votare gli italiani, e tantomeno criticara l'astensionismo. La democrazia é finita !!! Del voto degli italiani ne fanno a meno. Altro che riforma !!
"La riforma fornisce al capo dell'esecutivo lo strumento principe – la maggioranza parlamentare – che gli consente di introdurre, senza violare la legalità formale, le innovazioni più traumatiche e più lesive della legalità statuaria sostanziale, compresa quella che consiste nello svuotare di senso le procedure elettorali, trasformandole in rituali confirmatari da cui viene esclusa ogni possibilità di scelta » ( é la sintesi della Legge Acerbo, quella che condusse al potere Mussolini).


Le elezioni-referendum (ma per molti é un referendum/plebiscito sul capo) dovrebbero fornire la solidità del consenso del governo e di chi ne é appunto a capo. E per il capo - sicuro di se - il risultato è ovviamente scontato in partenza.
VEDI QUI SOTTO COSA DICEVA......
Con le elezioni sul SI-NO, sul SI ci saranno una serie di iniziative concepite in funzione di esso. Ci sarà una forte campagna propagandistica mirante a radicare l'idea che il governo del capo (o meglio la sua persona) sia come non mai... saldo, che sia merito suo l'aver fatto uscire nel migliore dei modi l'economia italiana dalla crisi, in fase ormai di superamento e - per merito suo - sul punto di riprendere la marcia sulla via di uno sviluppo economico e di un progresso sociale che non solo costituiranno l'atteso "terzo tempo" del SUO governo, ma indicheranno quale strada va battuta per superare le contraddizioni e le crisi.
Si chiama referendum ma l'intenzione è di fatto quella di un plebiscito con il quale - (anziché il giudizio sulla nuova costituizione e sui singoli candidati che l'hanno varata - e quest'ultimi sono zimbelli - che non vogliono capire
- il capo del governo intende eleggere la prima vera personale Camera: la SUA !! E con una SUA Costituzione.

Poi alle successive elezioni, si arriverà a un referendum/plebiscito vero e proprio. Così nel 1924, e in quello del 1929 che fornì la solidità al regime. E così per gli italiani iniziarono le feste, i raduni, le celebrazioni, i giochi, le pagliacciate come quelle di Starace ecc. ecc. che avevano un solo intento:.......
"alla folla bisogna offrire feste rumorose, perché gli imbecilli amano i rumori e la folla è fatta di imbecilli" (
Napoleone).

Del resto il plebiscito è ciò che la plebe comanda e stabilisce. "plebiscitum est quod plebs iubet atque constituit" (giurista romano Gaio) ha appunto origine dall'antica Roma con il significato di "interrogazione plebea".

Ricordiamoci che nell'Italia di oggi nella sola popolazione adulta, il 57% degli italiani è appena alfabetizzato o in possesso della licenza elementare o al massimo media. Più plebea di così !!!
E a parte questo, oggi vi è un abisso fra l'elettorato e la sua rappresentanza. Ecco perché anche negli alfabetizzati l'astensione al voto é sempre in crescita. Un rifiuto "istintivo" al "capobranco".

Depontenziando la sovranità popolare e la rappresentatività del Parlamento si rende in futuro molto prossimo più praticabile qualsiasi ulteriore riforma e qualsiasi tentazione autoritaria. E qui non è fare i "gufi" anche perchè.....
la sola colpa dei gufi è che vedono lontano anche di notte.
E a quanto pare - quanto a partecipazione, diritti, eguaglianza, democrazia - da tempo siamo nel buio pesto.

 

DA RICORDARE
I plebisciti (su Mussolini - oggi sostituiti dai referendum ) partirono da lontano dalla famosa LEGGE ACERBO. «L'approvazione di quella legge fu un classico caso di "suicidio di un'assemblea rappresentativa", accanto a quelli del Reichstag che vota i pieni poteri a Hitler nel marzo del 1933 o a quello dell'Assemblea Nazionale francese che consegna il paese a Pétain nel luglio del 1940. La riforma fornì all'esecutivo "lo strumento principe – la maggioranza parlamentare – che gli avrebbe consentito di introdurre, senza violare la legalità formale, le innovazioni più traumatiche e più lesive della legalità statuaria sostanziale, compresa quella che consisteva nello svuotare di senso le procedure elettorali, trasformandole in rituali confirmatari da cui era esclusa ogni possibilità di scelta» Sull'importanza politica di questa legge (
Alessandro Visani, La conquista della maggioranza. Mussolini, il Pnf e le elezioni del 1924, Genova, Fratelli Frilli Editori, 2004).

COSA DICEVA
RENZI PRIMA DEL REFERENDUM......


RENZI: " SE PERDO AL REFERENDUM NON VADO SOLO A CASA MA SMETTO DI FAR POLITICA"

" Io non sono come tuttigli altri....."

La fine dell'esperienza politica (Consiglio dei Ministri, 12 marzo 2014):
"Lo dico qui, prendendomene la responsabilità, che se non riesco a superare il bicameralismo perfetto non considero chiusa l'esperienza del governo, considero chiusa la mia esperienza politica".

Fine (Tg2, 30 marzo 2014):
"O facciamo le riforme, o non ha senso che io stia al governo. Se non passa la riforma del Senato, finisce la mia storia politica".

Del tutto evidente (Conferenza stampa di fine anno, 29 dicembre 2015):
"È del tutto evidente che se perdo il referendum costituzionale, considero fallita la mia esperienza in politica".

Precise responsabilità (Repubblica.tv, 12 gennaio 2016):
"Intendo assumermi precise responsabilità. È un gesto di coraggio e dignità. Se perdo il referendum io non solo vado a casa, ma smetto di far politica".

La dignità (Aula del Senato, 20 gennaio 2016):
"Lo ripeto anche qui: se perdessi il referendum considererei conclusa la mia esperienza politica. Credo profondamente nel valore della dignità della cosa pubblica".

La borsettina (Quinta Colonna, 25 gennaio 2016):
"Io non sono come gli altri, se gli italiani diranno No, prendo la borsettina e torno a casa".

E le vostre idee? (Scuola di formazione del Pd, 7 febbraio 2016):
"Se vince il No prendo atto del fatto che ho perso. Dite che sto attaccato alla poltrona? Tirate fuori le vostre idee, ecco la mia poltrona".

The end (Scuola di formazione del Pd, 12 marzo 2016):
"Se perdiamo il referendum è doveroso trarne conseguenze, è sacrosanto non solo che il governo vada a casa, ma che io consideri terminata la mia esperienza politica".

Non mi vedrete più (Congresso dei Giovani Democratici, 20 marzo 2016):
"Io ho già la mia clessidra girata. Se mi va male, se perdo la sfida della credibilità o il referendum del 2016, vado via subito e non mi vedete più".

Se perdi una sfida epocale (Durante il #matteorisponde, Facebook, 28 aprile 2016):
"Sto personalizzando? No, se perdi una sfida epocale che fai? Racconti che i cittadini hanno sbagliato? No, hai sbagliato tu".

A casa (Ansa, 2 maggio 2016):
"La rottamazione non vale solo quando si voleva noi. Se non riesco vado a casa".

Vinavil (Rtl 102.5, 4 maggio 2016):
"Non sono come i vecchi politici che si mettono il vinavil e che invece di lavorare restano attaccati alla poltrone".

Smetto proprio, con che faccia rimango? (Che tempo che fa, 8 maggio 2016):
"Non è personalizzazione, ma serietà. Se io perdo, con che faccia rimango? Ma non è che vado a casa, smetto proprio di fare politica".

Fine carriera (Radio Capital, 11 maggio 2016):
"Se non passa il referendum la mia carriera politica finisce qui. Vado a fare altro".

Destinazione paradiso (Ansa, 11 maggio 2016):
"Non sto in paradiso a dispetto dei santi. Se perdo, non finisce solo il governo: finisce la mia carriera come politico e vado a fare altro".

Libero cittadino (Porta a Porta, Rai 1, 12 maggio 2016):
"Se vince il No, mi dimetto il giorno dopo e torno a fare il libero cittadino".

Personalizzazione? (L’Eco di Bergamo, 21 maggio 2016):
"Se perdiamo il referendum, vado a casa. Questa è personalizzazione? No. Questa è serietà".

Quel galantuomo di Napolitano (Comizio a Bergamo, 21 maggio 2016):
"Non sono andato a palazzo Chigi dopo aver vinto un concorso, mi ci ha messo quel galantuomo di Napolitano con l'impegno di fare le riforme. Se non ottengo questo risultato, l'Italia continuerà a essere il Paese degli inciuci e del Parlamento più costoso del mondo. Se l'Italia vuole questo sistema, è giusto che lo faccia senza di me".

Tutti via in caso di sconfitta (In mezz'ora, Rai 3, 22 maggio 2016):
"Se il referendum dovesse andare male non continueremmo il nostro progetto politico. Il nostro piano B è che verranno altri e noi andremo via". (Nel governo Gentiloni tutti confermati, tranne il ministro Giannini)

Via pure dalla segreteria Pd (Virus, Rai 2, 1 giugno 2016):
"Se perdo il referendum troveranno un altro premier e un altro segretario".

Cambierò mestiere (Il Foglio, 2 giugno 2016):
"Io sono fiducioso che vinceremo bene. Ma se il referendum andrà male continuerò a seguire la politica come cittadino libero e informato, ma cambierò mestiere. Vuole uno slogan semplice? O cambio l'Italia o cambio mestiere".

Pollo da batteria (eNews, 29 giugno 2016):
"Secondo voi io posso diventare un pollo da batteria che perde e fa finta di nulla?".

È stato gli altri (La Repubblica, 31 luglio 2016):
"Personalizzare questo referendum contro di me è il desiderio delle opposizioni, non il mio".

Governicchi mai (Ansa, 17 novembre 2016):
"Io non posso essere quello che si mette d’accordo con gli altri partiti per fare un governo di scopo o un governicchio".

Curriculum (#matteorisponde, Facebook, 21 novembre 2016):
"Non sto qui aggrappato al mantenimento di una carriera. Non ho niente da aggiungere al curriculum vitae".

Il boy scout (Matrix, Canale 5, 30 novembre 2016):
"Io sono un boy scout, non voglio diventare come gli altri, il mio lavoro deve servire a cambiare il paese. Se vogliono un bell'inciucione, se lo facciano da soli...".

No agli accordicchi (Comizio ad Ancona, 30 novembre 2016):
"Non sono quello che fa accordicchi alle spalle dei cittadini. Per questo possono chiamare qualcun altro".

I pop-corn (Repubblica.tv, 30 novembre 2016):
"Se gli italiani dicono No, preparo i pop-corn per vedere in tv i dibattiti sulla casta".

- LE CONFERME DEL PD

L'allora ministro Maria Elena Boschi a Otto e Mezzo, La7, 27 aprile 2016:
"Se un governo ha avuto il mandato da Napolitano a fare le riforme e queste poi non passano, è normale che ne prenda atto".

Il ministro Dario Franceschini a Repubblica, 29 maggio:
"Il ritiro in caso di vittoria del No non è una minaccia, a me sembra una con-sta-ta-zio-ne. Questo governo nasce per fare le riforme. Se le riforme non si fanno chiude bottega il governo e chiude anche la legislatura, mi pare ovvio". (Franceschini è stato confermato al ministero dei Beni Culturali dal nuovo premier Gentiloni, e la legislatura prosegue)

Valeria Fedeli, da vicepresidente del Senato, a L'aria che tira, La7, 4 dicembre 2016:
"Se vince il No il giorno dopo bisogna prenderne atto, non possiamo andare avanti perché non avremmo più l'autorevolezza. Sarebbe giusto rimettere il mandato da parte del premier ma anche da parte dei parlamentari: tolgo l'alibi a chi pensa 'tanto stiamo lì fino al 2018', perché pensano alla propria sedia. Io non penso alla mia sedia". (Valeria Fedeli è appena stata nominata Ministro dell'Istruzione del Governo Gentiloni)

Maria Elena Boschi a In mezz'ora, Rai 3, 22 maggio 2016:
"Noi vinceremo, quindi questo problema non si porrà. Ma comunque sì, noi siamo molto serie e se Renzi perde anch'io lascio la politica, perché è un lavoro che abbiamo fatto insieme. Come potremmo restare e far finta di niente?". (Maria Elena Boschi è appena stata nominata sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, entrando così di fatto nel nuovo Governo Gentiloni)

PROMESSE MANTENUTE !!!???

ITALIA DEL.... FUTURO AUGURI !!!!!
(io ho 83 anni !! quindi.......)

________________________________________________

RITORNO ALL'INDICE DI STORIOLOGIA